fbpx

Treatwell: fare il pieno di autostima da parrucchiere e estetista


Treatwell trattamenti autostima

Stando ad un’indagine effettuata dal più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere Treatwell, questi ultimi avrebbero un vero e proprio effetto terapeutico sugli italiani!

L’indagine di Treatwell

Il più grande portare portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere Treatwell ha voluto, visto l’arrivo dell’estate, comprendere la visione che gli abitanti del Bel Paese hanno del proprio corpo.

Per farlo il portale ha intervistato gli italiani, chiedendo loro come la tanto temuta “Prova costume” abbia influenzato o influenzi ancora le loro abitudini.

Piacere a sé stessi per piacere al partner

I risultati dell’intervista condotta da Treatwell hanno mostrato come, ad avere un rapporto più problematico con il proprio corpo, sarebbero le donne.

Quasi una donna su due (48.3%), infatti, ha affermato di essere solo mediamente a proprio agio con la propria immagine, affiancata dal 25.8% che confessa di sentirsi inadeguata a causa del proprio aspetto.

Ad influire sull’apprezzamento del proprio corpo sarebbe, sia per gli uomini sia per le donne, non tanto la rete, con le immagini sui social network, ma le opinioni del partner e gli sguardi e i commenti degli sconosciuti!

[amazon_link asins=’B01N2990FJ,B07FJHZDPL,B004JQOJ08′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9f40e064-0cd0-4fae-92fc-c36bdaa22c3c’]

In spiaggia sì, ma a certe condizioni

Passare l’estate in spiaggia? Certamente, ma solo a certe condizioni!

Il rapporto con il proprio corpo non influisce soltanto sulla vita online, portando spesso sia uomini sia donne a non pubblicare foto in costume sui social, ma anche a rinunciare al mare o alla piscina per non doversi mostrare senza vestiti.

A spingere le donne a evitare occasioni di svago simili sono, stando all’indagine di Treatwell, la ceretta non fatta (35,9%) e l’incubo della cellulite (30,8%).

Quest’ultima in particolare influenzerebbe la sicurezza delle donne anche in ambito guardaroba, portando tutte coloro che si sentono meno a proprio agio con il proprio corpo a evitare gonne al di sopra del ginocchio o pantaloni corti.

Come affrontare questi incubi cellulite? Stando all’indagine, buona parte delle donne si affiderebbe all’estetista, optando per trattamenti come il linfodrenaggio (50%), fanghi caldi o freddi (45,8%) e massaggi circolatori (33,3%).

Come sentirsi al massimo

Stando ai dati, dedicare del tempo al proprio benessere e al proprio corpo aiuta a sentirsi più a proprio agio con sé stessi.

A confermarlo sono l’88,7% delle donne e il 61,1% degli uomini, secondo cui non sarebbero necessari degli interventi invasivi, ma basterebbe una depilazione per avere la pelle liscia, un taglio e piega dal parrucchiere, trattamenti anticellulite o, infine, manicure e pedicure per unghie impeccabili!

Gli uomini e il benessere

A spendere di più per il proprio benessere, secondo i dati raccolti dal portale, sono gli uomini: l’11,8% di loro – contro il 5,8% delle donne – ha infatti affermato di investire fino a 300 euro al mese per concedersi trattamenti capaci di infondere loro una maggiore autostima!

Ad affermare l’importanza dei trattamenti è Chiara Cassani, Marketing Manager Italy del portale, che ha affermato: “Noi di Treatwell crediamo che la bellezza non sia un insieme di canoni validi per tutti allo stesso modo e in ogni situazione, ma piuttosto uno stato d’animo di armonia con il proprio corpo e la propria individualità”.


Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link