fbpx
servizio-fotografico-a-usain-bolt

#celebstories: Usain Bolt
Storia di uno shooting inaspettato al campione di velocità giamaicano


Drin, drin, drin.
Douglas: “Ciao Giovanna come stai?”
Giovanna: “Bene grazie. Siete liberi domani? Ci sarebbe da fotografare Usain Bolt all’Arena Civica di Milano”.
Douglas: “Aspetta che guardo… si, un buchino dovremmo trovarlo…Ma certo che siamo liberi, scherzi? Facci sapere ora e luogo e ci saremo! Grazie!”

La scena si ripete: drin, drin, drin…
Douglas: “Oi Massi”
Max: “Che vuoi?”
Douglas: “Domani, Arena, 11:45, Usain Bolt per Sportweek. Non aggiungo altro”. 
Max: “FIGO, vieni qui che buttiamo giù subito due idee”.

Le nostre foto a Usain Bolt: la pianificazione di uno scatto

La breve telefonata con Giovanna Calvenzi, all’epoca photo editor di Sportweek, il magazine settimanale de La Gazzetta dello Sport, ha dato il via ad una serie di idee e pensieri per affrontare lo shooting con una leggenda come Usain Bolt.

Bolt, Arena Civica di Milano, pista di atletica, cielo nuvoloso, supereroe, foto Annie Leibovitz, colore, no meglio bianconero, dove avevamo visto una sua foto ultimamente? Cerca, Google, io me lo immagino ai blocchi di partenza, piegato pista vuota, luce di taglio, lui guarda in macchina, buio, si, sottoesponiamo e open flash, cromie, possibile cover? Faccione come al solito? Dai siamo all’arena, orizzontale, curva, spalti vuoti, olimpiadi, uomo più veloce del pianeta…

E tanto altro ancora.

usain bolt

E come nonna diceva sempre: la mattina ha l’oro in bocca. Quindi sveglia presto. Non tanto per la nonna, quanto per il friccicore nell’affrontare un sevizio fotografico così prospetticamente emozionante.

Piove, anzi diluvia, non il migliore degli inizi per fotografare Usain Bolt. Ci si incontra e già nascono le prime paranoie.

“Ma secondo te Usain Bolt arriva all’arena di Milano, si cambia, si mette in pantaloncini e maglietta per farsi fare una foto da noi sotto una pioggia torrenziale?”.

Arriviamo in largo anticipo. Non si sa mai. Il meteo dovrebbe essere a nostro favore ma si sa, non sempre le previsioni ci azzeccano. Per questo ci dividiamo e cerchiamo delle alternative alla pista. Angoli nascosti che potrebbero salvare la situazione.

foto usain bolt

Intanto, il leggero friccicore si è trasformato in fortissimo panico. Parliamo con il custode che ci suggerisce una visita agli spazi che normalmente vengono utilizzati come spogliatoi. Cunicoli nascosti sotto l’Arena, in realtà costruiti come scolo delle acque quando la stessa veniva riempita per le battaglie navali.

Ma quanto erano fighi gli ingegneri dell’epoca?

Chiamarli spogliatoi presuppone da parte del custode una discreta fantasia. Si tratta infatti di un corridoio deserto con appoggiato al muro una panca delle scuole degli anni ’60.
Comunque non è male. Nella nostra visione la surrealtà del luogo ci richiama sempre a paesaggi apocalittici capaci di enfatizzare l’eroicità del personaggio. D’altronde siamo cresciuti osannando film come Blade Runner.

usain bolt fotografie

Leggi anche: Guido Harari protagonista di #fotointerviste, spazio dedicato alla fotografia

Appena finito il nostro giro in cerca di alternative alla pista, arriva Usain Bolt.

Usain Bolt e shooting fotografico: l’importanza di saper improvvisare

Ed ovviamente le previsioni meteo erano sbagliate. Piove a secchiate.
Timidamente, dopo i saluti di rito, proviamo a raccontare ad Usain Bolt, oramai credendoci poco anche noi, le nostre idee di foto che vedono un supereroe solitario nell’atto di una partenza fulminea dai blocchi.

Altro inconveniente. “Non hai la roba da corsa? A cavolo, hai pure freddo? Sei già in ritardo e non hai molto tempo?”
Va bene. Cosa esiste dopo il panico?

foto di bolt
La foto originale di Bolt scelta per la cover di Sportweek

Il fatto di essere in due distribuisce lo stress. Che comunque rimane altissimo ma ti permette di gestire situazioni capaci di farti venire in mente ancora la famosa nonna ed i suoi proverbi adatti per ogni situazione. In questo caso forse avrebbe detto: mal comune mezzo gaudio.

Ok. Piano B, portiamo Usain Bolt nello spogliatoio. Il resto è in queste immagini. 

foto copertina di usain bolt
La cover di Sportweek

max&douglas