fbpx
CulturaSpettacoli

What If… ?: com’è il primo episodio della serie animata Marvel

What If… ? ha debuttato l'11 agosto su Disney+.

Esordisce l’11 agosto su Disney+ What If… ?, nuova serie animata del Marvel Cinematic Universe. Un progetto che nasce dall’omonima serie antologica a fumetti, pubblicata a cavallo fra anni ’70 e anni ’80, e che trova nuova linfa oggi grazie all’introduzione nel franchise del concetto di multiverso, centrale nella serie live-action Loki e nei prossimi due film della fase 4 Spider-Man: No Way Home e Doctor Strange in the Multiverse of Madness. I nove episodi che compongono la prima stagione di What If… ? saranno pubblicati a cadenza settimanale. Oggi ci concentriamo sul primo episodio della serie, che introduce temi e atmosfere di questo suggestivo progetto.

Il primo episodio di What If… ?, con protagonista Peggy Carter

L’incipit di What If… ? ci introduce la voce narrante dei bizzarri eventi a cui assisteremo nel corso della serie, cioè l’Osservatore, doppiato in originale dall’avvolgente voce di Jeffrey Wright. Questo personaggio ha la capacità di vedere ogni avvenimento del multiverso e, da quello che sappiamo dai fumetti, anche quella di intervenire saltuariamente sugli eventi, in modo da indirizzarli nella direzione voluta. Lo show ci apre una serie di squarci su realtà alternative, nate da variazioni degli eventi in momenti chiave del Marvel Cinematic Universe. La variazione su cui si basa il primo episodio della serie è quella che porta Peggy Carter a ricevere il siero del supersoldato al posto di Steve Rogers, sostituendo di fatto il supereroe che conosciamo.

Quella che mette in scena questo episodio non è solamente una provocazione nei confronti di uno dei pilastri del franchise, ma anche un’acuta riflessione sul ruolo della donna nella società patriarcale dell’epoca, purtroppo non molto diversa da quella attuale. Pur con i poteri derivanti dal siero, la versione potenziata di Peggy, che nello scudo porta la bandiera inglese al posto di quella statunitense, deve infatti scontrarsi con lo scetticismo generale da parte delle entità governative, restie ad affidarsi a una donna come risolutrice di problemi. Un radicale cambio di prospettiva su uno dei personaggi più amati del Marvel Cinematic Universe, che non modifica però il rapporto fra Peggy e Steve, sempre naturalmente attratti l’uno dall’altra a prescindere dai rapporti di forza.

Il futuro del Marvel Cinematic Universe?

Mentre What If… ? intraprende un viaggio verso territori inesplorati di questo franchise, rivelandosi di fatto una sorta di tutorial per il multiverso, le soluzioni visive della serie sono decisamente convenzionali. Il cel-shading scelto per l’animazione è infatti il compromesso perfetto fra una narrazione live-action e la sperimentazione resa possibile dai modelli 3D. Anche se i personaggi non sono fotorealistici, i loro contorni sono morbidi e i loro colori caldi. Aspetto che li rende al tempo stesso vicini all’animazione tradizionale e al tempo stesso fedeli alle loro controparti in carne e ossa. Scelta esaltata dalla presenza nel cast vocale di alcuni dei protagonisti originali del Marvel Cinematic Universe, fra cui Chadwick Boseman, sfortunato interprete di T’Challa che prima della sua morte è riuscito a doppiare il suo personaggio, protagonista insieme a Star-Lord del prossimo episodio di What If… ?.

Il primo episodio della serie ci spalanca una porta su un mondo fatto di infinite possibilità e su un universo tutto da riscrivere. Non ci resta che attendere le prossime puntate di What If… ? (già confermata per una seconda stagione) per scoprire dove porterà tutto questo e se potremo avere, come già avviene per i fumetti, molteplici varianti diverse delle storie e dei personaggi che abbiamo ammirato sul grande schermo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button