fbpx

Siamo pronti a ripartire? La fase 2 negli eSport
Giocatori e fan sono pronti, ma come sarà la fase 2 negli eSport? Vediamo nel dettaglio regole, obblighi e riaperture.


Tutto il mondo è pronto a ricominciare e non fa eccezione quello degli eSport. Sebbene la situazione non sia stata semplice, i giochi elettronici non si sono mai fermati davvero. I tornei hanno subito cambiamenti, gli eventi sono stati annullati, ma la competizione non è mai cessata. Molte sono state, infatti, le manifestazioni svoltesi online. Il mondo però sta piano piano ingranando nuovamente ed è tempo di chiedersi come sarà questa fase 2 negli eSport.

Nonostante sia piacevole poter vedere le competizioni in streaming, gli eventi da vivo sono tutta un’altra storia. Le emozioni che si provano sugli spalti stracolmi di pubblico sono ineguagliabili. Chiaramente non potremo tornare a quello nel breve periodo. Il distanziamento sociale è alla base della prevenzione. Questo implica che, anche il mondo degli eSport, debba adeguarsi. Le nuove regole costringeranno il mondo degli eventi competitivi a rivedere la propria organizzazione.
Dunque, quale sarà l’influenza della fase 2 negli eSport?esport

Anzitutto, quando?

Prima di capire quali misure si dovranno implementare è bene capire quando sarà possibile ripartire. Non ci sono delle vere e proprie indicazioni specifiche per la fase 2 negli eSport, ma sicuramente possiamo fare affidamento alle vigenti regole applicate a settori “analoghi”.
Come sappiamo il Decreto Legge n.33 del 16 maggio 2020 impone il divieto agli assembramenti fino al 31 luglio 2020. Dal 18 maggio 2020 però, è in vigore il Dpcm (decreto del Presidente del Consiglio dei ministri) che permetterebbe una riapertura di cinema, teatri e spettacoli in data 15 giugno.

Il testo di legge recita: “Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere pre-assegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”.

Sembrerebbe quindi che l’eSport possa ricadere proprio in questa sezione del decreto. Si parla però solo degli eventi fini a se stessi. Ricordiamo, infatti, che tutte le attività come fiere e congressi, rimarranno al momento sospesi.pg esport media day nationals finale 2019

Quali sono le regole di questa fase 2 negli eSport?

Sebbene sia quindi possibile pensare di ricominciare, tuttavia dobbiamo sempre pensare a farlo in sicurezza. Dunque, che si organizzino eventi in spazi aperti, oppure chiusi, è bene tenere conto di alcune importanti regole.

Prima regola fondamentale è il distanziamento sociale. Sia tra i giocatori, sia gli spettatori sarà obbligatorio il metro di distanza. Sarà necessario misurare la temperatura corporea per ogni persona che vuole accedere alla struttura/evento. La temperatura di giocatori, spettatori e lavoratori non deve superare i 37.5°C.
Saranno d’obbligo le mascherine per tutti gli spettatori. Inoltre, tutti i membri dello staff e i lavoratori dovranno indossare tutti i dispositivi di protezione individuale. Altro fattore importante sarà l’igienizzazione degli ambienti. È facile pensare che si debbano effettuare pulizie specifiche per le postazioni di gioco e per gli accessori usati durante le partite. Se si tratta di un ambiente chiuso, si dovranno prevedere anche adeguati sistemi di aerazione, con ricircoli d’aria importanti.

In questa fase 2 negli eSport non dovranno mancare poi facili ed accessibili sistemi per l’igienizzazione. Parliamo ad esempio di distributori per la disinfestazione delle mani. Quindi gel e fazzoletti non solo disponibili presso gli accessi alle tribune, ma anche vicino alle postazioni di gioco. Inoltre sembra che non sarà possibile consumare cibi e bevande durante lo svolgimento della manifestazione.
La fila per l’ingresso e la biglietteria saranno inoltre regolate dalla consueta distanza di 1 m almeno.

A contorno poi si dovranno offrire continue comunicazioni relative alle regole da rispettare.Six Invitational montreal esport

La fase 2 negli eSport sarà davvero svolta dal vivo?

La salute è sicuramente la cosa più importante e per far sì che si possa mantenere un adeguato livello di sicurezza è importante che tutti rispettino tali norme. Attenersi alle regole della fase 2 negli eSport, però comporterebbe al momento dei costi parecchio elevati. Varrà la pena quindi aprire ad eventi live pubblici?

Tenendo conto che, al momento, la maggior parte dei tornei può essere svolta in live senza problemi, forse la risposta potrebbe rimanere negativa per un po’. Il problema principale è proprio il rapporto costi benefici. Sicuramente per gli spettatori poter nuovamente seguire un evento dal vivo sarebbe eccezionale, ma viste tutte le attuali restrizioni, soltanto pochissimi potrebbero accedervi. Inoltre, probabilmente, far fronte a tutte le spese, potrebbe implicare anche un aumento del prezzo dei biglietti.

Al momento non sappiamo come vorranno muoversi le associazioni. Non ci sono infatti notizie certe per quanto concerne eventi dal vivo. Attualmente, infatti, si stanno svolgendo molti tornei, completamente online. Giocatori, commentatori e pubblico, si stanno riunendo su piattaforme come Twitch, per poter portare avanti la scena. I campionati, italiani e internazionali, si stanno svolgendo senza troppi problemi, sebbene ognuno operi dalle proprie postazioni a casa.

La strada verso la riapertura completa è sicuramente ancora lunga. Si potrebbe pensare, più che altro, di far giocare le squadre in lan, senza pubblico, un po’ come si sta pensando per lo sport tradizionale.
In questo modo potrebbe essere più semplice la trasmissione in live, permettendo l’ingresso nelle arene al solo staff, ai players e ai commentatori.

Ci auguriamo comunque che anche il mondo dei giochi elettronici possa avere qualche aiuto per poter mettere in piedi manifestazioni in tutta sicurezza.

Offerta
Logitech G PRO Mouse Gaming Wireless, Sensore HERO 16K,...
  • Per Gamer Professionisti: Logitech G, insieme ai migliori atleti di eSport del mondo, ha creato la linea ‎PRO; il...
  • Lightspeed Wireless: con prestazioni Wireless USB di livello professionale, LIGHTSPEED offre al tuo gaming mouse una...
  • Sensore HERO 16K: il sensore HERO e l'algoritmo di tracciamento aggiornato, superano i 400 IPS e offrono un tracciamento...
Offerta
Logitech G PRO X Cuffia con Microfono per Gaming di Seconda...
  • I filtri per microfono rimovibili di livello pro ottimizzano la tua voce in tempo reale per garantire un audio più...
  • L'audio surround 7.1 di nuova generazione garantisce una maggiore percezione della posizione e delle distanze, così...
  • Imbottiture in morbido memory foam rivestite a tua scelta in similpelle di alta qualità con eliminazione del rumore...

Giulia Garassino

author-publish-post-icon
Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metalslug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare però platform, hack & slash e GDR.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link