fbpx

Hyundai: arriva il monopattino elettrico a trazione posteriore


Il primo concept era stato presentato al CES di Las Vegas nel 2017. Da allora Hyndai non è rimasta con le mani e mano e oggi propone la versione definitiva del suo monopattino elettrico al 100%.

 

Grande autonomia

La caratteristica principale di questo nuovo monopattino elettrico, che attende un nome ufficiale, è la presenza di una batteria al litio da 10.5 Ah che gli consente un’autonomia di 20 km se lanciato alla velocità massima di 20 km/h. Spazio anche alla sicurezza passiva con l’integrazione di luci anteriori e posteriori per rendere più visibile monopattino e conducente in scarse condizione di luce.

Trazione posteriore

Altra novità riguarda lo spostamento della trazione sulla ruota posteriore rispetto a quella anteriore scelta dalla maggior parte dei produttori di monopattini elettrici. Secondo Hyundai questo cambio consente una migliore sicurezza e stabilità, visto che il peso è più centrato proprio sul retro del monopattino. Inoltre sono state aggiunte delle sospensioni nella ruota anteriore per poter affrontare con le superfici irregolari con più fluidità.

Peso e display digitale

Il peso totale del monopattino elettrico Hyundai è di 7,7 kg, e come altri modelli in commercio si può ripiegare per poterlo agevolmente posizionare anche nel bagagliaio dell’auto quando non lo si utilizza. Offre anche un display digitale dove vengono visualizzati velocità e stato delle batteria.

Nelle intenzioni di Hyundai questo monopattino potrebbe essere integrato nelle future auto Kia e Hunday, e una volta riposto nell’auto dopo l’utilizzo lo stesso si ricarica autonomamente sfruttando l’elettricità prodotta dall’auto. 

DongJin Hyun, capo del Team di Robotica di Hyundai Motor Group, ha commentato: “Questo è la nostra idea di monopattino personale c he potrebbe essere presente su futuri modelli del Gruppo Hyundai. Vogliamo rendere la vita dei nostri clienti il più semplice e piacevole possibile. Il nostro scooter elettrico rende divertente anche l’ultimo tratto di ciascun viaggio, contribuendo nel con tempo a ridurre il traffico e le emissioni nei centri urbani”.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.