fbpx
FeaturedGli anime degli anni '80Rubriche

L’incantevole Creamy: la maghetta ‘idol’ con la doppia vita

La vita della piccola Yu cambia e si intreccia a quella di Creamy quando in cielo appare una misteriosa arca di cristallo

Yu e Creamy, due volti della stessa medaglia. Siamo nel 1985 quando in Italia va in onda per la prima volta L’incantevole Creamy, una delle serie animate di maggior successo mai trasmesse nel nostro paese. Un cartone animato che potremmo considerare quasi pioneristico, che dà il via ad una serie di storie che avranno come protagoniste delle maghette. La vita della piccola Yu si intreccia al destino dell’idol Creamy Mami in una storia fatta di mille avventure e anche qualche difficoltà.

L’incantevole Creamy: la trama

Stella Piumata e l’incontro con PinoPino

Tutto ha inizio quando Yu Morisawa, una bambina di 11 anni, scorge una luce brillante dalla sua finestra. Abbandona di corsa la sua casa, correndole incontro. Arrivata a destinazione, si ritrova a guardare un’enorme nave di cristallo che fluttua nell’aria. Non è però qualcosa che tutti possono vedere: lei, infatti, è l’unica a notarla. Poco dopo viene risucchiata al suo interno ed è qui che incontra PinoPino, un alieno che la ringrazia per aver liberato l’arca da una tempesta di sogni. Yu non comprende bene cosa significhi e, anzi, chiede al piccolo alieno spiegazioni sull’arca. Lui le svela che proviene da Stella Piumata: “tutti la conoscono prima di nascere.” le racconta. Poi, una volta nati, ci si dimentica della sua esistenza: “un nostro messaggero dice ‘Ricorda di non dire niente a nessuno’. Tu non lo sai ma la fossetta che hai in mezzo alle labbra è il segno che ti ha lasciato lui.” confessa PinoPino.

Yu diventa Creamy

Per ringraziare Yu del suo aiuto, l’alieno le fa un dono speciale: un medaglione magico che potrà utilizzare per un anno. La bambina torna dunque a casa ma non è da sola: assieme al medaglione, PinoPino le fa dono di due amici-aiutanti, Posi e Nega, alieni nelle vesti di due simpatici gattini. Solo arrivata a casa Yu utilizza per la prima volta il medaglione e ne scopre il potere. “Pampulu pimpulu parimpampù”: grazie a questa formula, Yu può trasformarsi in una bellissima ragazza di 16 anni.

Quando la mattina seguente la bambina decide di uscire di casa nelle sembianze della 16enne, incontra sulla sua strada un produttore musicale che cerca disperatamente una cantante per colmare un vuoto in Tv. Abbagliato da lei, la invita a seguirlo con la promessa di farla diventare una star. È sul palco che la ragazza sceglie allora il suo nome: Creamy Mami, in omaggio al negozio di crêpe gestito dai suoi genitori. Da quel momento in poi sarà ‘La dolcissima Creamy’.

Una doppia vita

È l’inizio della doppia vita della nostra Yu/Creamy: bambina di 10 anni con la sua vita scolastica, gli amici e il rapporto con i genitori e cantante di successo, vera e propria idol giapponese che scala le classifiche. C’è però una cosa che la nostra protagonista non può fare assolutamente: svelare la sua doppia identità. Questo farebbe scomparire all’istante il potere del medaglione, impedendole di trasformarsi ulteriormente. Questa regola le crea non poche difficoltà: Yu è costretta non solo a vivere una doppia vita ma anche a mentire a genitori, amici e conoscenti.

Il segreto di Yu sarà però più volte a rischio. In particolare, già nel quinto episodio della serie animata, Duenote, la rivale di Creamy, intuisce che quest’ultima e la bambina di 11 anni possano essere la stessa persona. Così imprigiona Yu in una gabbia: se Creamy non si esibirà quel giorno avrà la prova che è lei. Yu sarà però trovata per puro caso dall’amico Midori, che la libererà. Creamy potrà così esibirsi ma, una volta finito, Yu tornerà nella gabbia per non destare i sospetti della rivale che, infatti, non dubiterà più di lei.

Creamy viene scoperta

Tutto però cambia la sera che anticipa la vigilia di Natale. Siamo all’episodio 26 (metà, dunque, della serie che conta 52 episodi), c’è il Festival della canzone e, ovviamente, Creamy è una delle star che vi si esibiranno. Toshio, il migliore amico di Yu, la scorge correre in teatro e, insospettito, la insegue. Quando la vede entrare nel camerino di Creamy decide di aprire la porta e qui la becca proprio nel momento della trasformazione. Le conseguenze sono drastiche: la bacchetta perde i suoi poteri e Creamy non può più ritrasformarsi in Yu. La ragazza è disperata: non può tornare a casa dai genitori e Toshio, preoccupato, inizia a cercarla ovunque.

A salvarla saranno Posi e Nega che troveranno un modo per mettersi in contatto con l’alieno PinoPino. Riappare l’arca ma questa volta anche Toshio riesce a vederla. Lui e Creamy vengono risucchiati al suo interno e qui il piccolo alieno svela al ragazzo che ha a disposizione un desiderio che lui decide di utilizzare per far trasformare Creamy in Yu. Quest’ultima è convinta che ormai la sua carriera nei panni del suo alter ego sia finita per sempre, invece PinoPino richiama lei e Toshio sul pianeta Stella Piumata ed è qui che propone al ragazzo di cancellare la parte della sua memoria legata alla trasformazione di Yu in Creamy. Questo darebbe alla ragazzina i poteri altrimenti persi per sempre. Toshio acconsente e Yu riparte con la sua doppia vita.

L’incantevole Creamy: il finale

Mentre la carriera di Creamy riprende e a ritmi anche importanti, l’anno concesso da PinoPino alla ragazzina arriva verso la sua conclusione. Il potere concesso a Yu si esaurirà il 30 giugno ma Creamy riesce ad organizzare per il giorno prima un grande concerto, col quale a sorpresa si congederà al suo vasto pubblico. Intanto Toshio, grazie al suo diario, inizia a ricordare quanto scoperto su Creamy e Yu l’anno prima. Poi, poco prima del concerto, Yu e Toshio finalmente si dischiarano a vicenda i propri sentimenti.

Arriva il giorno del concerto e, sotto una pioggia incessante, Creamy si esibisce in tutte le sue canzoni ma, proprio prima dell’ultima, arriva l’arca che la risucchia. PinoPino le concede però di esibirsi anche nella sua ultima canzone prima di privarla, stavolta per sempre, dei suoi poteri. Ed è sulle note della sua canzone di debutto che, salutando tutti, annuncia a tutti il suo ritiro dalle scene, scomparendo, tra le lacrime, in un fascio color arcobaleno. La serie si conclude con Yu e Toshio, che ha ormai ricordato tutto, che si allontanano abbracciati sotto la pioggia.

Toshio, Yu e Creamy: un triangolo d’amore

Se la magia è il punto cardine di questo cartone animato, ciò che tiene in piedi la storia e la rende così avvincente, regalando colpi di scena, è il rapporto che si crea tra Yu/Creamy e Toshio Otomo. Il ragazzo ha 14 anni, è grande amico della piccola Yu ma, quando vede per la prima volta Creamy, perde la testa per lei. Diventerà il suo primo fan, seguendola e sostenendola in ogni concerto. Questa infatuazione scatenerà le gelosie di Yu, anche se è lei stessa Creamy. Pur convinto di essere innamorato di “quell’angelo” che è Creamy Mami, la priorità di Toshio rimane sempre Yu. È al suo fianco nelle difficoltà, corre da lei ogni volta ne abbia bisogno.

Quando, durante le riprese di un film, Toshio bacia Creamy (e sarà dunque il primo bacio di Yu), ai telespettatori sembrano perse ogni speranza per la coppia di amici. Tutto invece trova una svolta verso il finale: in realtà Toshio matura dei sentimenti sempre più forti verso Yu e, quando inizia a provare della gelosia vedendola al fianco di altri amici maschi, comprende che quel sentimento è amore. Nelle puntate finali arriva così anche la reciproca dichiarazione d’amore.

L’incantevole Creamy: manga e curiosità

IL MANGA – Partiamo subito col dire che, a differenza di molte altre serie anime, L’incantevole Creamy non nasce come trasposizione di un manga. Il cartone animato nasce, infatti, come un progetto originale creato dallo Studio Pierrot. Proprio sulla scia del successo dell’anime si decide di dare il via parallelamente alla creazione del manga a questo dedicato, pubblicato in Giappone sulla rivista Carol e scritto dallo stesso autore della serie TV, Kazunori Itō.

OAV, SPIN-OFF E CROSSOVER – Oltre al manga, il successo del cartone animato ha portato successivamente alla creazione di uno spin-off, di quattro OAV – Il ritorno di Creamy, Creamy Mami: Lovely Serenade, Il lungo addio, Creamy Mami Song Special 2: Curtain Call – ma anche di veri e propri crossover. La nascita e l’attenzione a Creamy Mami portò lo Studio Pierrot a puntare sul mondo delle maghette. Da lì l’arrivo di personaggi come Magica Emi o Sandy dai mille colori che ritroveranno Creamy in alcuni crossover.

I NOMI – A differenza di come accade spesso nella trasposizione italiana degli anime giapponesi, ne L’Incantevole Creamy quasi tutti i nomi dei personaggi sono rimasti quelli originali. A subire modifiche sono stati i nomi di Megumi Ayase, rivale di Creamy, che divenne Duenote Ayase, e anche del presidente della Parthenon Production, Shingo Tachibana, diventato Jingle Pentagramma.

PINOPINO E LA PROMOZIONE DELL’IDOL – Forse una delle cose più curiose de L’Incantevole Creamy è ciò che si cela dietro la sua creazione. L’anime, infatti, nasce dallo Studio Pierrot su commissione del colosso dei giocattoli Bandai che aveva necessità di ‘promuovere’ la serie di pupazzetti alieni “PinoPino” rimasti invenduti nel 1981. Ma non è tutto: il destino di Creamy è in realtà legato a quella di una vera idol. Il cartone nacque infatti anche per promuovere la cantante Takako Ohta, che in Giappone era la doppiatrice di Creamy e, dunque, era lei a cantare sigle e dei brani presenti nella serie tv.

La sigla e le canzoni di Creamy

La sigla italiana prende il nome del cartone animato, L’incantevole Creamy, ed è cantata da Cristina D’Avena.

Queste, invece, le canzoni che la protagonista canta nel corso dell’anime trasmesso in Italia:

  • Dimmi Che Mi Ami Teneramente
  • Rossetto Delicato
  • Senz’Altro Amore
  • Bellissima Emozione
  • In Pigiama
  • Creamy Mami di Yu

Non si tratta di tutte le canzoni del repertorio di Creamy ma solo di quelle esibite nella versione italiana dell’anime.

I personaggi

Yū Morisawa/Creamy Mami – la protagonista della serie. Una bambina di 10 anni nella sua versione originale, bellissima idol nella sua controparte.
Toshio Ōtomo – ragazzo di 14 anni, amico di infanzia di Yū e grande fan di Creamy Mami.
Midori Kisaragi – migliore amico e compagno di classe di Toshio, è innamorato di Yu.
Posi e Nega – due piccoli alieni provenienti dal pianeta Stella Piumata. Diventano gli inseparabili amici e aiutanti di Yu nelle vesti di due gattini.
PinoPino – un piccolo alieno del pianeta Stella Piumata che dona magici poteri a Yū.
Natsume Morisawa – la madre di Yū, gestisce col marito la creperia Creamy Crêpe.
Tetsuo Morisawa – padre di Yū.
Shingo Tachibana – in Italia Jingle Pentagramma, presidente della Parthenon Production, etichetta musicale di Mami e Megumi.
Megumi Ayase – in Italia Duenote Ayase, collega e rivale di Creamy.
Hayato Kidokoro – manager di Mami e Megumi.

Siete desiderosi di un altro po’ di nostalgia anni ’80? Ci siamo avventurati di recente nelle avventure delle tre ladre protagoniste di Occhi di gatto, nella storia travagliata di Lady Oscar, tra Sorgenti Maledette con Ranma 1/2, tra i mille pasticci di Doraemon e Nobita, tra le sfide sportive di Holly e Benji e Mila e Shiro. Ma anche molto, molto altro!

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button