fbpx
AttualitàCulturaTech

Mark Zuckerberg cambia idea sulla privacy di Apple

Qualche settimana fa, vi avevamo parlato dell’astio di Mark Zuckerberg nei confronti di Apple, rea di arrecare danni a Facebook per via delle regole di trasparenza e privacy che verranno incluse nel prossimo iOS 14.5. A quanto pare, il CEO del social network più conosciuto e utilizzato al mondo ha radicalmente rivisto le proprie posizioni. Come riporta CNBC, Mark Zuckerberg ha commentato con queste parole i cambiamenti decisi da Apple, che dovrebbero entrare in vigore già a partire dalla primavera 2021:

È possibile che potremmo persino essere in una posizione più forte, perché i cambiamenti di Apple potrebbero incoraggiare più aziende a condurre un maggior numero di attività commerciali sulle nostre piattaforme. Infatti, per queste aziende potrebbe essere più difficile trovare i clienti che vorrebbero utilizzare i loro prodotti, senza usare la nostra piattaforma.

Mark Zuckerberg cambia idea sulla privacy di Apple

Mark Zuckerberg

Durante una conversazione con John Constine e i CEO di Spotify e Shopify Daniel Ek e Tobi Lütke, Mark Zuckerberg ha comunque riservato qualche stoccata alla Apple e in particolare alla sua politica di tassazione dei contenuti da lei distribuiti. Queste le sue parole:

Speriamo di poter creare abbastanza valore, in modo tale che anche se qualcuno prende una tassa del 30% su di esso, potremo comunque essere in grado di consentire a milioni di creatori e di persone di avere una fonte di sostentamento. Sono ancora ottimista per il futuro. Penso solo che tante persone sarebbero in una situazione molto migliore se da quelle parti ci fosse un po’ meno tassazione.

Le imminenti modifiche alla privacy di Apple informeranno gli utenti sul tracciamento dei loro dispositivi e chiederanno loro se desiderano consentirlo. Il tracciamento si basa su un identificatore di dispositivo univoco su ogni iPhone e iPad chiamato IDFA. Le aziende che vendono annunci per i dispositivi mobile utilizzano questo ID per indirizzare gli annunci e stimarne l’efficacia.

Il CEO del social network più conosciuto e utilizzato al mondo ha radicalmente rivisto le proprie posizioni

Nel luglio 2020, il CFO di Facebook David Wehner ha affermato che le modifiche di Apple potrebbero danneggiare la capacità del social network di indirizzare gli annunci agli utenti. Nell’agosto 2020, la società ha affermato che i cambiamenti potrebbero portare a un calo di oltre il 50% della sua attività pubblicitaria, che rappresenta comunque meno del 10% dei ricavi netti dell’azienda. La società ha detto agli investitori durante i guadagni del quarto trimestre a gennaio che l’impatto dei cambiamenti di Apple potrebbe iniziare a influenzare l’attività di Facebook alla fine del primo trimestre.

Facebook si è preparato agli incombenti cambiamenti di Apple introducendo altri prodotti commerciali. In particolare, la società nel 2020 ha introdotto i negozi Facebook e i negozi Instagram. Queste funzionalità consentono ai marchi di elencare i loro cataloghi di prodotti direttamente sulle app più popolari di Facebook e di vendere prodotti all’interno di questi social network. Lo stesso Mark Zuckerberg ha affermato che Facebook ha già 1 milione di negozi attivi sui suoi servizi e 250 milioni di persone che li utilizzano regolarmente. «Penso che queste attività siano sulla buona strada per diventare qualcosa che sarà sempre più importante per le persone», ha chiosato Mark Zuckerberg a proposito dei negozi Facebook e Instagram.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button