fbpx
ps5-xbox-series-x-

Il salto generazionale di PS5 e Xbox Series X si sente davvero?
PS5 e Xbox Series X promettono tecnologie all'avanguardia, ma il salto generazionale è davvero così percettibile?


La nuova generazione di videogiochi è ormai alle porte e durante le conferenze dei giorni passati, abbiamo avuto un piccolo assaggio di quello che ci attenderà. Proprio analizzando un po’ i trailer, il comparto tecnico e le promesse, ci siamo chiesti: “Il salto generazionale con PS5 e Xbox Series X sarà così marcato?”.
Sicuramente questa è una domanda che in molti si sono posti. Non parliamo tanto delle migliorie del comparto tecnico, poiché già sappiamo di trovare una tecnologia migliorata. Parliamo di quella sensazione di rivoluzione, che ci si aspetta in una fase di questo tipo. Avremo davvero davanti videogiochi del futuro? Oppure l’hardware all’avanguardia potrà essere apprezzato solo da pochi “intenditori”?

Per rispondere a questo interrogativo, proviamo ad analizzare quanto abbiamo visto, quanto sappiamo e quello che possiamo aspettarci. Ratchet And Clank PlayStation 5 personaggio femminile

Ci spostiamo tra i mondi senza lunghe attese

Ormai non manca più molto all’arrivo delle nuove proposte Microsoft e Sony: parliamo di PS5 e Xbox Series X. La nuova generazione di console promette un hardware all’avanguardia e tante novità.
Il futuro del videogioco sembra essere supportato da una tecnologia strabiliante. Questo potrebbe voler dire esperienze di gioco uniche. Nuovi gameplay, nuove idee e nuovi modi di vivere il videogioco stesso.

Quello che salta subito all’occhio è un hardware completamente nuovo che interesserà sia PS5 sia Xbox Series X. Non solo abbiamo visto un incremento nelle capacità di calcolo, a livello di processore e grafica, ma abbiamo anche assistito al debutto del disco a stato solido (SSD). L’implementazione di questo elemento, in sostituzione al normale hard disk meccanico, darà un grosso vantaggio nell’elaborazione dei dati. L’SSD, infatti, è in grado di caricare gli elementi di gioco con una rapidità di gran lunga superiore rispetto al classico HD.

Inoltre, dobbiamo pensare che, il mondo delle console viaggia su sistemi ottimizzati alla perfezione. Oltre che una perfetta architettura di contorno, ci sono anche giochi costruiti su misura.
Il primo titolo che ci viene in mente pensando a questo è Ratchet & Clank. Nei pochi minuti di trailer durante la conferenza Sony di PS5, abbiamo visto la potenza e la capacità della nuova generazione. I salti dimensionali che sono stati mostrati, sono un chiaro segno di hardware del futuro. Attualmente, infatti, non sarebbe possibile pensare a viaggi nello spazio istantanei. Questo succede perché l’SSD, insieme a tutta la struttura hardware e software a contorno, consente di elaborare i dati in maniera praticamente immediata.

Si tratta di un chiaro salto rispetto al passato, dove, per forza di cose, era necessario trovare degli escamotage per poter caricare il livello successivo. Alcuni degli ultimi titoli usciti mascherano questi caricamenti con piccole sequenze di “falso gameplay”. La generazione del futuro, invece, non dovrà più preoccuparsi di tutto questo.

Questo è forse il salto generazionale più forte a cui possiamo assistere in questo momento. Il problema, però, è che non tutti i giochi sembrano sfruttare appieno questa caratteristica. Al momento possiamo basarci soltanto su pochi trailer e qualche conferenza, certo, eppure la prospettiva next gen non pare essere così marcata. Che cosa frena questo salto di generazione? giochi ps5 annunci

Non dimentichiamoci il Dualsense di PS5

Un’altra caratteristica interessante proposta da PS5 è il nuovo controller. Questo, rispetto al passato, fornirà un’esperienza migliore e unica. Diversamente da Microsoft, che ha preferito optare per una soluzione praticamente identica al passato, Sony si è lanciata in una nuova esperienza.

Il Dualsense offre infatti funzionalità diverse dal suo predecessore, Dualshock 4. Per prima cosa il controller di casa Sony prevede un sistema di feedback aptico. In parole povere sarà un dispositivo in grado di essere controllato con il tatto e che potrà far percepire qualcosa a coloro che lo impugneranno.
Oltre questo, i trigged L2 e R2 saranno adattivi, ovvero presenteranno una tensione diversa a seconda del gioco e delle sue azioni.

Perché il salto generazione di PS5 e Xbox Series X sembra così sottile?

Sulla carta, PS5 e Xbox Series X offrono importanti novità, eppure, non tutti non sembrano sentire questo salto generazionale, perché?
Ormai siamo giunti a un punto in cui la tecnologia ha fatto passi da gigante, soprattutto in ambito videoludico. Nel passato abbiamo assistito a grosse novità, prima fra tutti la componente grafica.

Non solo tutto è diventato molto più chiaro e definito, ma anche davvero dettagliato. Ci sono titoli, come Battlefield V, che fanno uso di un Engine strepitoso. L’utilizzo del Ray Tracing ha permesso di avere un dettaglio visivo quasi migliore della realtà stessa. Altri giochi, come The Last of Us 2, mostrano una cura nelle espressioni facciali davvero ottima. I gameplay poi si sono trasformati dai classici platform in giochi a 360 gradi. Anche gli sportivi hanno subito un cambiamento notevole, specialmente nella fisica. L’evoluzione del passato è stata decisamente impressionante, e ora?

Man mano che la tecnologia si è evoluta, il gap si è fatto sempre più piccolo. Il livello grafico ha raggiunto risultati mostruosi e anche i gameplay si sono fatti sempre più interessanti e macchinosi. Che cosa potrà fare in più questa generazione? Cosa potrà offrirci che quella del passato non poteva?
Questa è di sicuro una bella domanda. Certo, il dettaglio grafico continuerà ad aumentare, ma quanto questo sarà importante? Quanto questo ci permetterà di dire che siamo davvero davanti a una nuova generazione?
Probabilmente, all’inizio, saranno davvero pochi i titoli che ci consentiranno di gustare qualcosa di nuovo. Come visto durante le varie presentazioni, infatti, solo pochi giochi sembrano sfruttare le nuove tecnologie.Xbox-Series-X-titoli-confermati-Tech-Princess

Un sistema ancorato al passato

Nonostante le novità tecnologiche ci siano sembra che, prima di vedere un vero salto generazionale, dovremo aspettare ancora un po’. Perché? Perché, sia la console di casa Microsoft sia quella Sony, sono legate al passato.
Al fine di ottenere il maggior guadagno, una gran parte dei titoli rilasciati non solo saranno multipiattaforma, ma anche retrocompatibili. Questo è certamente un bene per i giocatori che, in questo modo, non saranno costretti a cambiare console, ma un “male” per il pieno sviluppo della tecnologia.

Mantenere la retrocompatibilità significa pensare a giochi che possano funzionare sia sulla next gen, sia su quella passata. Sicuramente avremo un incremento delle qualità grafiche passando su PS5 o Xbox Series X, frame rate più stabili e più alti, ma non troppo di più. Alcuni giochi proveranno a sfruttare il Dualsense, ma avranno da un lato sempre il limite legato alla controparte che non può usarlo.
Di fatto quindi il passaggio sarà davvero graduale. Fintanto che non ci si sgancerà dal passato non si potrà pensare completamente al futuro.

Per poter sfruttare appieno ogni tecnologia, ci vorrà del tempo. Una volta che i progetti potranno slegarsi dal passato, allora, saranno sviluppati nel pieno rispetto del nuovo hardware. Mondi sempre più complessi e giochi sempre più immersivi. Si sfrutterà ancora di più la tecnologia di un controller tattile e, magari, si porterà avanti parallelamente anche la VR.

Sony PS4 PRO PlayStation Gamma Chassis + PS Live Card 20€,...
  • PS4 PRO Gamma Chassis: in grado di offrire un’esperienza di gioco più avanzata grazie alla maggiore capacità di...
  • PS Live Card 20€; tessera prepagata per aggiungere 20 euro di credito al proprio portafoglio PlayStation Store
  • La base verticale viene venduta separatamente

Che cosa ci aspettiamo dalla next gen?

Al momento quindi il salto generazionale non sembra essere così netto. PS5 e Xbox Series X offrono ottimi hardware, ma “poca innovazione” sul lato pratico. O meglio, presentano un’innovazione percepita solo dagli amanti di questo mondo. Gli altri, invece, dovranno attendere ancora un po’ prima di sentire il vero cambiamento. Ma in cosa potrebbe consistere questo salto? IA Battlefield V PS5

L’intelligenza artificiale potrà sorprenderci?

Non è facile capire quello che ci manchi realmente. I giochi ormai sono decisamente immersivi, offrono storie e gameplay ottimi e mondi pazzeschi. La grafica è spettacolare e i dettagli sono curati al massimo. L’avvento dell’SSD permetterà inoltre caricamenti super veloci che potranno essere sfruttati per realizzare giochi sempre più complessi. Quello che forse i più “casual” si aspettano, potrebbe essere un’evoluzione dell’IA. Al momento, infatti, nessun gioco sfrutta una vera e propria IA “intelligente”. I nemici, seppure riescano a darci filo da torcere, non sono davvero in grado di imparare dalle nostre azioni.

Sarebbe interessante poter vedere titoli in azione in un mondo “reale”. Un mondo in cui l’intelligenza artificiale apprenda dalle nostre mosse e la volta successiva sia in grado di contrarci, utilizzando contro di noi azioni mirate. Un punto su cui Electronic Arts stava però già lavorando. Nella creazione dei suoi Battlefield, infatti, si vociferava proprio questo: ovvero la realizzazione di nemici intelligenti. Nemici che fossero in grado di percepire le strategie e di conseguenza ribaltarle sul giocatore stesso. Un passaggio difficile ma sorprendente che potrebbe veramente portarci in un nuovo futuro del videogame.

Al momento però tutto questo non sembra esserci e non possiamo fare altro che aspettare. Nell’attesa potremo però godere di gameplay più stabili, frame più alti (anche su console), qualità grafiche migliori, ambienti sempre più immersivi e una velocità di caricamento delle texture impressionante.

GAMEWAREZ Alpha Black pouf a sacco gioco, Made in Germany,...
  • Elevato comfort per un prolungato divertimento di gioco
  • il rivestimento fortemente idrorepellente permette una facile pulizia dei residui di cibi o bevande
  • Grandi tasche laterali le cose più importanti direttamente a portata di mano
Gamewarez Crimson Hurricane 2.0 Sacco poltrona per gaming,...
  • Estremamente comodo con stabile schienale - per giocare a lungo
  • Fortemente idrorepellente - per una facile pulitura da residui di cibi o bevande
  • La rete separata protegge contro la perdita delle sfere in EPS

Giulia Garassino

author-publish-post-icon
Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metalslug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare però platform, hack & slash e GDR.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link