fbpx
FeaturedMotori

Siamo state al 4×4 Fest: lì dove vive la passione per il fuoristrada, fino al midollo

Una vera e propria festa per tutti coloro che amano la trazione integrale, amano sporcare la propria auto per raggiungere mete inaspettate

Siamo state al 4×4 Fest, il festival che ogni anno – da 18 anni – raduna a Carrara tutti gli appassionati di fuori strada. Una vera e propria festa che si discosta totalmente dai saloni automobilistici tradizionali. Perché? Ecco spiegato.

4×4 Fest: polvere, fango e passione sfrenata

Diventa maggiorenne il 4×4 Fest, il salone che raduna ogni anno a Carrara Fiere tutti i fuoristradisti d’Italia.
Entrare a Carrara Fiere durante questa manifestazione ha un non so che di magico. Non è il classico salone “pettinato” in cui le auto vengono lucidate a ogni carezza del pubblico. Si tratta piuttosto di un luogo in cui le auto sono solite sporcarle per raggiungere mete impensabili.

A farla da padrona durante la manifestazione – che ha raccolto oltre 42 diversi espositori in 52.000 mq totali – ci hanno pensato di diversi tour (come ad esempio quello delle Cave di Marmo di Fantiscritti) e i raduni organizzati come il Mitsubishi Day 2018, il primo raduno nazionale di Rosa Integrale e il raduno Ufficiale Suzuki.

Raduno nazionale Suzuki

Il successo della manifestazione è da sempre legato alla sapiente combinazione di esposizione (con tutta la gamma di vetture, accessori, elaborazioni, preparazioni, ricambi e servizi dedicati alla passione off-road) spettacoli, show, raduni non meno che alla possibilità di effettuare test-drive, provando sulla pista allestita a questo scopo – peraltro ulteriormente migliorata quest’anno con un percorso per fuoristrada duri e puri –  le vetture messe a disposizione delle case automobilistiche presenti.

Tante anche le case automobilistiche presenti tra cui troviamo: Suzuki, Toyota, Jeep, Dacia-Renault, Land Rover, Mazda, Mercedes, Mitsubishi Motors, accanto alle Case madri Penumatici- BF GOODRICH, YOKOHAMA e Malatesta – e le Case Quad presenti in Fiera sono POLARIS, CF,  BRP- CAN AM, TGB.

Non sono mancate infine anche alcune anteprime nazionali. Tre per la precisione: Mercedes Classe G, la nuova Vitara Suzuki e Hilux Executive+ di Toyota.

Altra novità interessante, la presenza dell’iniziativa ROSA INTEGRALE, dedicata al mondo femminile, con appositamente allestita, un contest fotografico e la possibilità di effettuare test drive; sabato 13 il primo raduno di 60 Km.

Il team di Rosa Integrale

Le cave di marmo di Fantiscritti

Durante la nostra permanenza ne abbiamo approfittato per fare il tour delle cave di Fantiscritti tutto in off-road, un’esperienza mozzafiato che ci ha portato nel cuore della montagna, lì dove il marmo veniva estratto. Al tour delle cave di Fantiscritti si sono affiancati anche il tour delle cave di marmo Apuane, più impegnativo con un’esperienza off-road al 100% riservato solo ai fuoristrada duri e puri con ridotte di privati o messi a disposizione dal Parco della Scuola Federale. L’inedito tour avventura organizzato dalla F.I.F. è stato il suo regalo per i 18 anni della manifestazione: la scoperta della Cava 37 Fossagrande mai visitata prima dal pubblico e men che meno da mezzi a quattro ruote lungo un percorso in forte pendenza richiedeva attenzione ed abilità è stata davvero una scoperta per tutti.

Insomma, questa prima volta al 4×4 Fest è stata un’esperienza incredibile, un’evento mosso dalla vera passione di coloro che non sono spaventati dalla polvere, dal fango e dalle difficoltà che l’off-road può “donare”. Abbiamo parlato con persone che vivono per cercare l’adrenalina dell’ignoto, dell’avventura. Persone disposte a viaggiare per il mondo, in lungo e in largo alla ricerca dello sterrato perfetto che permetta loro di pompare la giusta dose di adrenalina nel proprio sangue.

Persone alla mano, che rinunciano agli agi offerti dalle berline o dalle gran turismo solo e soltanto per il gusto di cercare una nuova avventura.

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button