fbpx

Salone di Ginevra 2020: tutto quello che dovete sapere


Il Salone di Ginevra 2020 è ormai alle porte.
Come tutti gli anni, appassionati e addetti ai lavori fremono attendendo l’apertura delle porte del Salone dell’Auto più longevo del mondo.

È infatti arrivato alla 90esima edizione, con la prima edizione datata 1905, ben più di un secolo fa!
Certamente guardando ai fasti dei decenni precedenti, le ultime edizioni prestano il fianco a molte defezioni, dettate da ragioni economiche, ma non solo.
Le paure per il contagio da coronavirus, infatti, ha già fatto vittime eccellenti tra le grandi fiere, una fra tutte il Mobile World Congress di Barcellona, cancellato qualche giorno fa e previsto per fine febbraio.

Il GIMS (Geneva International Motor Show), però, tiene duro, e quest’anno rilancia con grandi novità e debutti eccellenti. Andiamo a vedere insieme tutto quello che dovete sapere!

ATTENZIONE! A seguito di nuovi sviluppi della questione Coronavirus, il Salone di Ginevra 2020 è stato cancellato. Per ulteriori informazioni, leggi anche:
Salone di Ginevra cancellato. Il Coronavirus colpisce ancora

Salone di Ginevra 2020: quando e dove si svolge e come arrivarci

Iniziamo dalle informazioni base per tutti coloro che volessero partecipare alla kermesse elvetica.
Il Salone di Ginevra 2020 si svolgerà dal 4 al 15 marzo al Palexpo di Ginevra, l’area fiere nata nel 1981 e che dal 1982 è casa della fiera automobilistica.

Salone di Ginevra 2020 PalExpo

Questo Centro Congressi è incredibilmente facile da raggiungere sia con l’auto che con treno, bus o aereo.
È infatti nella periferia nord-ovest della città svizzera quasi adiacente al confine con la Francia, ed è costruito a poche decine di metri dall’Aeroporto Internazionale di Ginevra-Cointrin.
Dall’aeroporto di Ginevra è quindi un gioco da ragazzi arrivare alla Fiera, raggiungibile con una navetta che porta direttamente all’entrata principale del Salone.

Salone di Ginevra Ginevra Aeroporto

Se doveste arrivare in treno, il complesso fieristico è a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria Ginevra Aeroporto, rendendo l’arrivo da Milano via treno un gioco da ragazzi.
È possibile raggiungere la Fiera anche dal centro di Ginevra, prendendo un bus TPG–linea 5.

Per chi invece volesse arrivare al Salone in auto (opzione che gli organizzatori sconsigliano per il grande traffico che si va a formare e per le ovvie ragioni di sostenibilità), è conveniente percorrere uno dei trafori valdostani (Frejus, Monte Bianco o Gran San Bernardo) e parcheggiare l’auto in uno dei parcheggi convenzionati dall’organizzazione, con costo bloccato e convenzionato a 25 franchi svizzeri al giorno (pagabile anche in Euro).

Non vanno trascurate poi le innumerevoli agenzie di viaggio che da tantissime zone d’Italia organizzano dei pullman per raggiungere e visitare il Salone in giornata.

Tutte le informazioni pratiche potete comunque trovarle (in inglese) sul sito ufficiale del Salone di Ginevra.

Salone di Ginevra 2020 le novità: il GIMS VIP Day

Quest’anno ci sono delle importanti novità nell’organizzazione del Salone di Gineva 2020.
Innanzitutto, anche se la kermesse aperta al pubblico inizi il 5 marzo, il giorno prima, mercoledì 4 marzo, è stato istituito il GIMS VIP Day.

Salone di Ginevra 2020 VIP Day

In questa giornata, infatti, sono state organizzate 5 sessioni di conferenze al Padiglione 6 che spaziano dal futuro del Motorsport, alla guida autonoma, al futuro della mobilità. Queste conferenze, inoltre, vedranno espositori e ospiti d’eccezione.
Per farvi un esempio, alla prima conferenza sul futuro del Motorsport saranno presenti Alejandro Agag, fondatore e CEO di Formula E, Jean-Eric Vergne, pilota due volte Campione del Mondo Formula E e l’idolo di casa Sebastien Buemi, pilota svizzero ex Formula 1, Campione del Mondo Formula E e WEC, vincitore di due 24 Ore di Le Mans.

C‘è inoltre una conferenza molto cara a noi di Tech Princess, la quinta, sulla diversificazione di genere nello sport e sulle opportunità per le donne negli sport motoristici.
Le ospiti di eccezione di questa conferenza saranno Claire Williams, CEO e Team Principal del Team Williams di Formula 1, e Jamie Chadwick, giovane pilota inglese prima Campionessa del Mondo di W Series, campionato di monoposto per sole donne.

Il GIMS VIP Day ha un biglietto separato dal resto della manifestazione, con un prezzo fissato a 250 CHF, acquistabile solo online.
Non sono certamente pochi, ma Maurice Turrettini, presidente della Fondazione del Salone di Ginevra, ha dichiarato che ha avuto un ottimo successo di vendite.
Non solo, l’acquisto del biglietto per il VIP Day include anche ingressi multipli durante gli altri giorni ” normali” .
Certamente, è un’occasione unica per conoscere personaggi di spicco del mondo dell’auto e per vedere da vicino il futuro della mobilità.

Salone di Ginevra 2020, le novità: GIMS Tech

Ci sarà anche grande spazio per la micromobilità e la tecnologia al Salone di Ginevra 2020.
Quest’anno debutterà infatti il GIMS Tech, una sezione del Salone dedicata a nuove tecnologie legate al mondo della mobilità.

Salone di Ginevra 2020 Tech

Saranno presenti 6 start-up e tantissime altre aziende che presenteranno mezzi elettrici e soluzioni per la mobilità sostenibile, con anche la presenza del GIMS Tech Forum, dove verrà inaugurato il Salone e che vedrà conferenze ogni giorno di fiera.

Sarà poi possibile provare monopattini elettrici, skateboard, hoverboard e persino scooter elettrici in piste di prova allestite per far provare sulla pelle dei visitatori il futuro prossimo della mobilità.

Salone di Ginevra 2020, le novità: GIMS Discovery

La più grande novità del Salone di Ginevra 2020 è però l’introduzione del GIMS Discovery, dove per la prima volta sarà possibile per i visitatori effettuare dei test drive delle auto presentate al Salone.

Salone di Ginevra 2020 Discovery 2

Di che cosa si tratta?
In parole povere, un intero padiglione del Salone è stato trasformato in una vera e propria pista di 456 metri con tornanti, curve strette e saliscendi.

Salone di Ginevra 2020 Discovery

Nei 10 minuti previsti per l’esperienza saranno ben 48 i modelli con cui sarà possibile fare qualche giro di pista, tra auto elettriche, ibride, ad idrogeno e a metano.
Sappiamo già le Case che metteranno a disposizione i loro prodotti per questa attività, anche se non sono ancora stati ufficializzati i modelli per ogni Casa. Saranno infatti presenti:

  • Toyota
  • Hyundai
  • Honda
  • Renault
  • Kia
  • Porsche
  • SEAT
  • Skoda
  • Audi
  • Volkswagen
  • DS Automobile
  • Aiways
  • BMW
  • Mercedes-Benz/Smart

Come fare per partecipare?
Bisogna scaricare l’app GIMS APP per provare a vincere la possibilità di partecipare!

L'app GIMS officielle
L'app GIMS officielle
Developer: Palexpo SA
Price: Free

‎GIMS
‎GIMS
Developer: PALEXPO
Price: Free

Salone di Ginevra 2020: proclamazione dell’Auto dell’Anno

Se il GIMS Discovery è una novità assoluta per il Salone di Ginevra 2020, ciò non si può dire per la proclamazione della vincitrice del premio Auto dell’Anno.

Salone di Ginevra 2020 car of the year

Questo premio è fin dal suo debutto nel 1964 consegnato all’auto vincitrice il primo giorno del Salone di Ginevra, e quest’anno non farà eccezione.
La giuria quest’anno sarà composta da 60 giornalisti provenienti da 23 Paesi diversi, presieduta dal tedesco Frank Janssen.

La primatista di vittorie, FIAT, che ha fatto suo il premio ben 9 volte, non sarà presente tra le sette finaliste, formate da:

  • BMW Serie 1 (F40)
  • Ford Puma
  • Porsche Taycan
  • Peugeot 208
  • Tesla Model 3
  • Renault Clio
  • Toyota Corolla.

La vincitrice del premio verrà annunciata il 2 marzo alle 15. La favorita è la Tesla Model 3, ma non sempre l’auto favorita alla vigilia ha portato a casa il premio (qualcuno ha detto Porsche 928?)…

Salone di Ginevra 2020: chi ci sarà e chi no

A fronte di tutte queste novità, però, c’è da registrare un calo nella partecipazione delle Case a questo e ad altri Saloni mondiali.
Questa volta non c’entra nulla la preoccupazione per il Coronavirus: da qualche anno, infatti, le Case scelgono di non presentare più i loro modelli alle fiere di settore, scegliendo modalità innovative (lancio su videogiochi o in streaming) o organizzando lanci “privati” in eventi auto-organizzati.
Perchè si sceglie questo approccio? Molte Case disertano per il costo molto alto per l’organizzazione di un proprio stand, con costi a 6 zeri che non si tramutano nel ritorno d’immagine di un tempo.
Per molti, produrre eventi “privati” sembra il modo migliore per l’attenzione sul proprio prodotto.

Fatto sta che quest’anno non vedremo stand di Mitsubishi, Nissan, MINI (da qualche anno assente dall’evento ginevrino) e dei marchi di General Motors.
Non vedremo neanche l’intero Gruppo PSA, ad eccezione di DS, e le italianissime Maserati e Lamborghini.

Certamente, però, a fronte delle assenze eccellenti di quest’anno saranno tantissime le Case presenti con un proprio stand, tra cui:

  • Abarth
  • Alfa Romeo
  • Alpine
  • Aston Martin Lagonda
  • Audi
  • BAC
  • Bentley
  • BMW
  • Cupra
  • Dacia
  • DS
  • Ferrari
  • FIAT
  • Honda
  • Hyundai
  • Jeep
  • Karma Automotive
  • Kia
  • Koenigsegg
  • Lexus
  • Mazda
  • McLaren
  • Mercedes-Benz
  • Morgan
  • Pagani
  • Polestar
  • Porsche
  • Renault
  • Rimac
  • Rolls-Royce
  • SEAT
  • Skoda
  • Suzuki
  • Toyota
  • Volkswagen

Salone di Ginevra 2020: le novità più attese

Le vere protagoniste, però, saranno ovviamente le novità presentate al Salone di Ginevra 2020.

Nonostante le defezioni eccellenti, infatti, moltissime Case sfrutteranno la rassegna svizzera per mostrare a pubblico e addetti ai lavori i nuovi modelli di serie, così come i sempre affascinanti prototipi.

.

Ad esempio, a Ginevra vedremo per la prima volta la nuova generazione di Audi A3, ultima delle medie del Gruppo Volkswagen ad essere svelata.
Non mancheranno poi le nuove elettriche BMW, la i4 e la iX3, oltre che la nuova, chiacchieratissima BMW Serie 4, con il suo enorme doppio rene avvistato in alcuni prototipi che divide gli appassionati.

La più attesa, non solo da noi italiani, è la inedita FIAT 500 Elettrica.
A Torino e dintorni si vedono sempre più prototipi del modello finale, impegnate negli ultimi collaudi, come dimostrato da questa fotografia scattata proprio ieri a Pinerolo.
Sarà più grande, con estetica e interni rivisti, e continua l’aura di mistero attorno a motore e pacco batterie.
Solo all’apertura del Salone sapremo di più su di lei, sia esteticamente che meccanicamente.

Ci saranno ancora altre novità, come la nuova Hyundai i20, le nuove Mercedes Classe E e GLA e la nuova Kia Sorento, di cui vi ho parlato pochi giorni fa.

Non mancheranno anche le supercar come la nuova Aston Martin Vantage Volante (aka Spider), le Hypercar come la Rimac C-Two, come anche le concept car, come ad esempio la Alpine A110 SportsX e il prototipo della prima elettrica di Dacia.

Salone di Ginevra 2020: dove comprare il biglietto e quanto costa

Infine, parliamo dei biglietti e delle tariffe.

I biglietti possono essere acquistati sia sul posto, a 21 Franchi svizzeri, che online, a 16 Franchi (ricordiamo che 1 Euro vale 0,94 Franchi).

È possibile inoltre acquistare biglietti ridotti per i gruppi a 16 CHF sul posto e 11 CHF online e l’entrata serale dopo le 16 a metà prezzo, online e sul posto, oltre al già citato biglietto VIP da 250 Franchi.

Noi ovviamente saremo a Ginevra nei giorni riservati alla stampa, ovvero dal 2 al 5 marzo, per raccontarvi tutto quello che potremo sul Salone di Ginevra 2020!

[amazonbox=”8877073535, 8860237084, 1861261470″]


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
5
Rabbia
Confusione Confusione
6
Confusione
Felicità Felicità
10
Felicità
Amore Amore
4
Amore
Paura Paura
5
Paura
Tristezza Tristezza
6
Tristezza
Wow Wow
5
Wow
WTF WTF
8
WTF
Giulio Verdiraimo

author-publish-post-icon
Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link