fbpx
FeaturedVideogiochi

Borderlands 3 provato a Gamescom: parliamo di endgame

Due diverse attività, tanto divertimento e caos diffuso: ecco cosa ci attende al termine della campagna

COLONIA – Di Borderlands 3 abbiamo visto personaggi, armi e scenari, ma cosa offre l’endgame? Cosa attende i giocatori al termine della campagna? Insomma, completata la storia, cosa potremo fare? A queste domande prova a rispondere la presentazione tenuta da Gearbox Software in occasione della Gamescom 2019.

L’endgame di Borderlands 3

Borderlands 3 endgame Proving Grounds

Chris Brock, Senior Producer della software house, non ha voluto dilungarsi troppo su ciò che abbiamo già visto e letto nei mesi precedenti. Qualche parola per ricordarci che potremo abbandonare Pandora per scoprire altri pianeti, un breve riassunto dei personaggi disponibili – Amara (Siren), Zane (Operativo), Moze (Gunner) e Fl4k (Beastmaster) – e pochi cenni alle armi che, a quanto pare, saranno ancora più caratteristiche rispetto a quelle presenti nei capitoli precedenti.

Ad essere invece inedita era la presentazione di due attività disponibili con l’endgame. La prima si chiama Circle of Slaughter e no, non è nuova ai fan della serie. Si tratta semplicemente di una modalità ad ondate dove il vostro compito sarà quello di sopravvivere alle orde di nemici che assaliranno voi e i vostri compagni. Vi ricordo infatti che Borderlands 3 rimane fedele alla sua vocazione originaria, proponendo il co-op locale a 2 giocatori e online a 4 giocatori.

La seconda attività è Proving Grounds ed è quella che abbiamo avuto modo di assaggiare durante un hands-on durato circa 30 minuti. Ma cosa propone questa modalità? La struttura non è troppo diversa da quella ad ondate: i giocatori vengono catapultati in un’area dedicata che brulica di nemici e casse da aprire. Ad accompagnare tutto questo però troviamo una serie di obiettivi facoltativi da completare prima di abbandonare la zona e passare a quella successivi. Più obiettivi completerete più corposo sarà il loot finale.

Caciarone ed esagerato

Ma com’è il gameplay? La sensazione è quella di tornare a casa, ritrovando un ambiente famigliare, la medesima caoticità dei capitoli precedenti e tutti gli strumenti adatti allo sterminio degli avversari. Borderlands 3 sembra destinato ad offrirci ancora una volta ore di divertimento, portando sulle diverse piattaforme quattro personaggi che dovrebbero essere ancora più caratterizzati rispetto a quelli visti in passati. Ad essere particolarmente interessante è Fl4k, il Beastmaster che può evocare dei “pets”. Non immaginatevi però gattini e cuccioli. Fl4k può richiamare bestie feroci che vi torneranno particolarmente utili in battaglia.

Qualche parola infine vorrei spenderla per l’arsenale a disposizione. In mezzora di prova abbiamo infatti cambiato arma con una frequenza spaventosa, trovando ogni volta bocche di fuoco differenti, colorate ed estremamente divertenti. Attenzione però alle munizioni: terminarle è davvero semplicissimo.

Borderlands 3: data d’uscita

Vi ricordo che Borderlands 3 uscirà ufficiale il 13 settembre e sarà disponibile su PC, PlayStation 4 ed Xbox One.

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker