fbpx
HardwareRecensioniRecensioni TechTech

La recensione di Creality Halot-One, la stampante 3D a resina

Creality Halot-One è la prima stampante 3D a resina su cui metto effettivamente le mani. Potete quindi capire la preoccupazione iniziale: dovevo capirne il funzionamento e stampare qualcosa danneggiare l’intero ufficio.
Voglio rincuorarvi subito: nessun collega è stato ferito o intossicato nel corso dei miei esperimenti. Anzi, le cose sono andate meglio del previsto. Andiamo però con ordine e avventuriamoci in questa recensione di Creality Halot-One.

Il primo step: capire cosa devi fare

La confezione di Creality Halot-One include:

  • la stampante
  • il coperchio colorato
  • la piattaforma di stampa
  • la vaschetta per la resina
  • una chiavetta USB con il software Halot Box
  • 3 chiavi esagonali
  • un pennello
  • un filtro
  • una pellicola di ricambio
  • una spatola
  • il cavo di alimentazione

A prima vista potrebbero sembrare tante, troppe cose per un neofita. In realtà le istruzioni e il video incluso nella chiavetta vi aiuteranno a muovere i primi passi senza eccessive difficoltà.

creality halot-one recensione

Il primo step è semplice: dovete assemblare la stampante. O meglio, dovete agganciare la piattaforma di stampa che è l’unico componente che non si trova già nell’apposito alloggiamento.
Rimuovete tutte le pellicole, avvitate tutto il necessario, collegate il cavo e poi effettuate la calibrazione. In realtà Creality Halot-One viene pre-calibrata in fabbrica ma, considerando il trasporto, vi suggerisco di effettuare nuovamente questo passaggio.

Terminata questo passaggio dovrete solo riposizionare la vaschetta, agganciarla con le viti- integrate così non le perdete – e prepararvi alla vostra prima stampa.

Volendo potrete fare un passaggio in più: connetterla al Wi-Fi. Questo vi permette di aggiornare il firmware senza aver bisogno di complessi cavi e/o chiavette.

Il secondo step: avviare la stampa

A questo punto sarete quasi pronti per la stampa. “Quasi” perché prima di tutto dovrete installare il software, Halot Box. Lo trovate direttamente sulla chiavetta e, una volta presa confidenza, lo troverete molto semplice da utilizzare.
Di base tutto quello che dovete fare è importare i file compatibili, usare i pulsanti Move e Size per decidere la posizione sul piatto e le dimensioni e infine premere Print. Questo creerà un altro file che contiene tutti i dati necessari alla Halot-One.

creality halot-one recensione display

Per avviare la stampante vi basta salvare il file sulla chiavetta, inserire quest’ultima nella porta che trovate sulla parte frontale, versare la resina nella vaschetta (usando guanti e mascherina) e poi sfruttare il pannello touch da 5 pollici per avviare la stampa.
Lo schermo vi mostrerà inoltre il tempo stimato per dare vita alla vostra opera, con un paio di immagini che vi ricorderanno cosa state effettivamente creando.

Una piccola nota: si tratta di materiale potenzialmente tossico, da maneggiare con cura, che emette un forte odore quindi fate in modo di non trovarvi nella stessa stanza in cui stampate.

Il terzo step: ammirare il risultato

Al termine della stampa, vi accorgerete che l’oggetto è al contrario. Il piatto, inizialmente immerso nella vaschetta di resina, sale pian piano verso l’alto e alla fine troverete il prodotto dei vostri sforzi capovolto. Cosa fare? Beh, staccate il piatto, lo appoggiate e rimuovete la stampa.

creality halot-one recensione esempio di stampa

Non sempre questa operazione sarà semplice. A volte la resina rimarrà saldamente ancorata al piatto metallico quindi dovrete munirvi di pazienza e usare la spatola per separare i due elementi. Qualora non funzionasse vi suggerisco di usare l’alcol denaturato per facilitare il processo.
In alternativa potete sfruttare l’esposizione al freddo o, al contrario, un po’ di acqua calda.

Una volta staccata la stampa potrete finalmente ammirarla. Sappiate che i prodotti della stampante 3D a resina risultano più lisci e più precisi rispetto a quelli fatti con i modelli a filamento. La Halot-One offre esattamente questo e risulta una buona soluzione per coloro che puntano a stampare elementi ricchi di dettagli.

Creality Halot-One: pro e contro

Creality Halot-One si è comportata bene nel corso della prova. L’abbiamo trovata molto semplice da utilizzare, intuitiva, dotata di un display che vi aiuta a completare diverse operazioni, di un modulo Wi-Fi integrato per aggiornamenti rapidi e indolori e di un’utilissima memoria interna. A differenza di altre stampanti infatti quella di Creality copia il file presente nella chiavetta così in caso di malfunzionamenti e disconnessioni dell’archivio esterno la stampante continua a funzionare.

E i difetti? Ne abbiamo individuati principalmente due. Prima di tutto le istruzioni, parzialmente in cinese e prive di indicazioni riguardo alla pulizia della macchina. Ho dovuto consultare qualche esperto e la rete per capire che l’alcol era la soluzione migliore, soprattutto per la vaschetta. Il secondo contro è il software. E’ minimale e questo permette ai neofiti di capire cosa fare ma ha qualche bug di troppo. Sappiate inoltre che è l’unico programma che potete utilizzare con questo modello.

Vale la pena acquistarla? Creality Halot-One è in vendita a 299 €. A mio avviso un prezzo più che adeguato per questo prodotto.
Sappiate però che non è per tutti. Un discorso che però si applica in generale a tutte le stampanti 3D a resina. Tenete infatti presente che questo tipo di prodotti devono essere posizionate in posti areati, la manutenzione richiede grande attenzione e gli oggetti stampati dovrebbero essere lavati in apposite soluzioni dopo la produzione. Ecco perché noi l’abbiamo affiancata alla Creality UW-01 che si occupa del lavaggio e della rifinitura delle stampe a resina.
Se tutte queste cose non vi spaventano, allora questa stampante potrà regalarvi qualche soddisfazione.

Creality Halot One Stampante 3D Resin con 6 pollici 2K...
  • ✔️Sorgente luminosa integrale: la stampante 3D in resina UV Creality HALOT-ONE / CL-60 utilizza un sistema di...
  • ✔️Processore potente - La stampante 3D Creality HALOT ONE / CL 60 UV Resin, scheda madre autosviluppata di nuova...
  • ✔️Qualità di costruzione robusta - La stampante in resina UV 3D HALOT-ONE (CL-60) costruita con lavorazione CNC Il...

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Buongiorno, io avevo una domanda da fare, che file legge questa stampante? Me ne hanno regalata una ma non legge nessun file, ma solo quelli che ha nella chiavetta.
    E dì file come quelli sulla chiavetta non ne trovo.
    Spero vogliate darmi una dritta grazie e buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button