fbpx
MotoriNewsTech

Mercedes Hyperscreen, il nuovo superschermo touch della Stella

Mercedes presenta l'Hyperscreeen, uno schermo da 141 cm che vedremo su EQS

Qual è l’ultima frontiera per i sistemi multimediali di un’automobile? Mercedes Hyperscreen è la risposta della Casa della Stella a questa domanda: uno schermo touch curvo che occupa l’intera larghezza della plancia di nuova Mercedes EQS, la berlina elettrica della Casa in arrivo quest’anno. Scopriamo allora i dettagli di Mercedes Hyperscreen e la sua impressionante scheda tecnica.

Mercedes Hyperscreen, uno schermo curvo a tutta larghezza

Spesso infatti noi addetti ai lavori e molti appassionati muovono la critica di schermi sempre poco integrati con le linee della plancia, rassomiglianti quasi dei tablet appoggiati sulla plancia.

Mercedes Hyperscreen non è nulla di tutto questo, non è il solito mega-schermo aggiunto ad una plancia. Hyperscreen stesso è parte integrante della plancia. L’Iperschermo infatti ha una forma molto irregolare, che si integra perfettamente con la plancia ed “abbraccia” le linee degli interni di Mercedes EQS, l’auto su cui debutterà durante questo 2021. Lo schermo utilizzato copre infatti quasi tutta l’intera larghezza della plancia, dal montante anteriore sinistro a quello destro.

Mercedes Hyperscreen dettaglio

Mercedes Hyperscreen include al suo interno il quadro strumenti digitale, l’apprezzato sistema di infotainment MBUX al centro e altri schermi più piccoli ai lati della plancia. All’interno dell’Hyperscreen sono persino incluse le bocchette dell’aria, per una integrazione mai vista di uno schermo nella plancia. Mercedes-Benz infatti non ha paura a chiamarlo “un cinema in auto”: una definizione decisamente azzeccata.

E mai viste sono anche le dimensioni di questo enorme pannello: parliamo di ben 141 cm di larghezza, per un’area di schermo fruibile di 2400 cm². Lo schermo è anche curvo, con la modellatura del pannello di vetro che avviene ad una temperatura di circa 650 gradi. Lo schermo quindi sarà fruibile sia dal guidatore che dal passeggero, che dal suo lato avrà a disposizione una sezione di touch per comandare le funzioni dell’auto e l’intrattenimento.

La scheda tecnica di Mercedes Hyperscreen: a livello dei migliori PC

Se le dimensioni sono impressionanti, ciò che rende Hyperscreen un sistema inedito nel panorama automotive è la sua scheda tecnica. Il pannello è formato da diversi schermi OLED. Questo permette una risoluzione dei contenuti di livello assoluto, ma ha anche un altro pregio. Sappiamo bene dall’esperienza su smartphone e TV che la tecnologi aOLED permette di spegnere i singoli LED, ottenendo un nero perfetto ma anche altri vantaggi, di cui parleremo tra poco.

Mercedes Hyperscreen schermo

Non possiamo infatti non menzionare la scheda tecnica che è a livello di un PC dalle grandi prestazioni. Parliamo infatti di un processore Octa Core con una frequenza di 2.4 GHz e ben 24 GB di RAM, e non manca poi una frequenza di banda di 46,4 GB al secondo. Numeri davvero impressionanti se pensiamo che non parliamo di una console o di un computer, bensì di un sistema di infotelematica di un’auto.

C’è poi un’attenzione alla precisione nel tocco, fondamentale per l’utilizzo in auto di un display così grande. Sotto allo schermo infatti sono presenti 12 sensori capacitivi, in grado anche di dare un feedback al momento del tocco. Come stiamo vedendo anche su altri brand infatti al momento del tocco lo schermo risponde con una vibrazione, per far capire all’utilizzatore che il suo comando è andato effettivamente a buon fine.

Non mancano poi una telecamera multifunzione ed un sensore di luminosità per adattare la retroilluminazione alle diverse condizioni di luce. Con Hyperscreen si possono fare molte cose: infatti le funzioni selezionabili tramite Mercedes Hyperscreen sono oltre 20. Si va dall’illuminazione dell’abitacolo al massaggio dei sedili, passando poi per l’utilizzo del sistema MBUX di seconda generazione. Questa migliora il sistema portato al debutto da Classe A nel 2018 e arriva su EQS dopo la prima “uscita pubblica” su Classe S l’anno scorso.

L’attenzione alla sicurezza: facilità di utilizzo e spegnimento del display

La prima preoccupazione nasce pensando alla sicurezza. Un sistema imponente come Mercedes Hyperscreen per essere sicuro dev’essere il più possibile facile da usare. Ma tranquilli, Mercedes ha puntato proprio su questo aspetto. Del resto, uno schermo spettacolare ma difficile da usare è diventa subito inutile.

Quindi la Casa di Stoccarda ha pensato ad un sistema “zero layer”. Non ci sono menù, sottomenù o simili: l’Intelligenza Artificiale integrata permette al sistema di offrirvi sempre le funzioni più utili in ogni momento.
Mercedes ha dichiarato che è un sistema davvero semplice da utilizzare, intuitivo e immediato anche in movimento.

Mercedes Hyperscreen zero layer

Un altro punto a favore della sicurezza è la tecnologia OLED. La possibilità di spegnere i singoli LED non è un vantaggio solo dal punto di vista della qualità video, ma anche dal punto di vista della sicurezza. Se uno dei numerosi schermi infatti non viene utilizzato, i pixel corrispondenti verranno spenti senza il bisogno di spegnere l’intero pannello, ed in questo modo si potranno utilizzare solo le porzioni di schermo utili. Questo in un pannello che offre un intero schermo per il passeggero è fondamentale. In questo modo se in auto c’è solo il guidatore permette di non accendere lo schermo “secondario” e lasciare accesi solo quelli principali. Sono piccole cose, ma sommate fanno sicurezza.

Mercedes è sicura della facilità e sicurezza del suo sistema, come possiamo apprendere dalle dichiarazioni di Gorden Wagener, responsabile del design del Gruppo Daimler. “Con il nuovo MBUX Hyperscreen, abbiamo unito tecnologia e design in modo da offrire al cliente un sistema spettacolare ma con una facilità d’uso senza precedenti.” dichiara Wagener. “Amiamo la semplicità e con questo sistema abbiamo raggiunto una nuova dimensione”.

Mercedes Hyperscreen debutterà su EQS come optional

La domanda adesso sarà sicuramente: come farò a metterci le mani sopra? Per provare questo enorme Iperschermo bisognerà attendere ancora qualche mese. Mercedes Hyperscreen sarà offerto come optional per la prossima Mercedes EQS, la berlina elettrica del marchio tedesco che verrà lanciata nel corso del 2021.

La scelta di proporlo come optional è dettata dalla volontà di non spaventare eventuali clienti con una tecnologia del genere “imposta”. L’idea piuttosto è quella di offrire la possibilità a chi vuole di provare il futuro dell’automobile secondo Mercedes-Benz su EQS, berlina elettrica con un’autonomia stimata di circa 700 km.

Non vediamo l’ora di vedere e provare Mercedes Hyperscreen. Per noi malati di tecnologia sembra un sistema incredibile ed avveniristico. Voi cosa ne pensate? Vi ha convinto questo Iperschermo by Mercedes?

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button