fbpx
AttualitàCulturaNewsSoftware

La Borsa crede nel Metaverso

Gli investitori stanno scommettendo sul mondo virtuale e sulle aziende che lo stanno creando

Il Metaverso è sulla bocca di tutti: non solo fra gli appassionati di tecnologia, ma anche fra gli investitori in Borsa. Con i gruppi di investimento che destinano milioni di dollari al futuro digitale di internet e le aziende che lo stanno realizzando che crescono a Wall Street. Ma qualche analista resta dubbioso.

Gli investitori in Borsa credono nel Metaverso

SoftBank Group Corp. ha investito 150 milioni di dollari in una compagnia sudcoreana. Questa piattaforma permette di acquistare copie digitali uniche di prodotti di Dior e Gucci, che gli avatar virtuali possono indossare e usare come accessori. Qualcosa che fino a qualche hanno fa aveva senso solo nei videogiochi ma che sta diventando sempre più una realtà economica importante.

Il Metaverso è un mondo online in cui si può partecipare a esperienze immersive, dalle riunioni di lavoro ai concerti virtuali, sfruttando in alcuni casi la realtà virtuale o aumentata. Un mondo dal sapore ancora fantascientifico, in cui le persone interagiscono attraverso il proprio avatar. Che può acquistare vestiti, accessori e persino proprietà immobiliari digitali. E gli investitori in Borsa lo adorano.

apple meta investitori borsa metaverso

Alcuni dirigenti di aziende tecnologiche lo chiamano “la nuova fase di internet“. Tanto che Mark Zuckerberg a ottobre ha cambiato il nome di Facebook in Meta e annunciato di voler investire miliardi di dollari nel futuro digitale nel pianeta. La risposta del mercato? Il valore dell’azienda è salito dell’11%, in periodo altrimenti complicato per Facebook. Aziende come Roblox e Unity Software Inc. hanno registrato aumenti a due cifre. E aziende come Microsoft e Nvidia, che hanno già i propri piani per la realtà mista del metaverso, hanno guadagnato ancora di più, dopo due anni di continua crescita durante la pandemia.

C’è posto per tutti gli investitori nel Metaverso (?)

A giugno, l’investitore Matthew Ball insieme a Roundhill Financial Inc. ha creato META ETF, un fondo con diversi asset nel mondo tecnologico che stanno investendo nel metaverso. Ci sono 40 diversi titoli, da giganti come Apple, Microsoft, Intel e Nvidia, passando per l’azienda di videogame ‘meta’ Roblox. Ora questo fondo vale 800 milioni di dollari, con una crescita dell’11% al suo massimo. Negli ultimi giorni il titolo è sceso insieme a tutto il mercato per il diffondersi della variante Omicron del Covid-19, ma resta solido.

Mark Zuckerber annuncia la nascita di Meta

“Gli investitori sono eccitati su questo tema” spiega Ball, che pensa che in futuro il metaverso rappresenterà una percentuale tra il 10 e il 20% dell’economia mondiale.

Alcune compagnie come Matterport, che aiuta le aziende a digitalizzare il mondo fisico per creare il metaverso, ha visto crescite dell’80%. La piattaforma per la realtà mista (virtuale più aumentata) Glimpse Group ha toccato punte di crescita del 76%.

E sembra che ogni azienda sul mercato si sia accorta di questa crescita. Non solo Meta, Apple, Microsoft, Google e Nvidia hanno piani per il Metaverso. Anche compagnie come Nike e Adidas hanno investito nel mondo virtuale, così come l’azienda di Pokémon Go Niantic e persino Disney. E la lista continua, dall’app per incontri Tinder al ministero del turismo islandese.

Alcuni analisti restano scettici

Gli investitori in Borsa vedono nel metaverso una nuova strada per la crescita delle aziende, una risorsa importante per aumentare i profitti. Ma come spiega Sonu Kalra, che gestisce un fondo con azioni di Meta, Nvidia e Microsoft, bisogna restare con i piedi per terra. Quella reale, non virtuale. “Credo che sia molto semplice restare intrappolati nell’hype del metaverso, ma cosa significa davvero in termini di flussi di denaro per i business alla fine?”.

Metaverse Seoul

Il rischio resta altissimo. Se l’entusiasmo può alzare il valore delle azioni, solo la fiducia nella solidità di una compagnia permette di mantenere il valore alto. Apple e Microsoft difficilmente crolleranno se il metaverso non è il futuro certo che ci aspettiamo, ma le altre aziende (con guadagni percentuali più alti) potrebbero farlo.

Dave Egan, analista intervisto dal Wall Street Journal, spiega che investire nelle aziende che producono hardware (soprattutto chip) e gli strumenti per costruire il metaverso sono investimenti meno rischiosi. “Vogliamo scommettere, non c’è dubbio. Ma non vogliamo nemmeno buttare via i nostri soldi”. Infatti le azioni di Nvidia sono cresciute del 25% da quando Meta ha svelato i suoi piani, un’enormità per un’azienda così grande.

Sembra quindi che gli investitori siano entusiasti per il Metaverso, ma che per il momento la Borsa punta più su quelle tecnologie che permettano di costruirlo. Per usare una metafora, stanno puntando più sull’azienda che vende le fondamenta che sul progetto della casa. Nei prossimi anni potremo vedere se le fondamenta sono abbastanza solide da reggere davvero una così grande percentuale del futuro economico del pianeta.

Bestseller No. 1
Ready Player One
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Tye Sheridan, Olivia Cooke, Ben Mendelsohn (Actors)
  • Steven Spielberg (Director) - Ernest Cline (Writer) - Donald De Line (Producer)
Source
The Wall Street Journal

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button