fbpx
uber connect e uber direct

L’importante è reinventarsi
Uber ha lanciato due servizi, Connect e Direct, che consegnano in più di 25 città beni di prima necessità come farmaci e prodotti per animali


Uber sta lanciando una coppia di nuovi servizi chiamati Uber Connect e Uber Direct, poiché la situazione sanitaria in corso ha minimizzato la tradizionale attività dell’azienda. Uber Direct offrirà consegne dai negozi come farmacie e negozi di animali. Mentre Uber Connect è un servizio di corriere con consegna il giorno stesso, che consente agli utenti Uber di scambiarsi articoli.

Uber Connect e Uber Driver, i due nuovi servizi sono già partiti

A New York, Uber ha affermato che offrirà consegne dei farmaci da banco di Cabinet Store, mentre in Portogallo sta collaborando con il servizio postale nazionale, CTT, per consegnare i pacchi. In Australia, l’azienda collabora con The Green Cross per fornire prodotti per animali, e sta consegnando farmaci anche in Sudafrica. Uber ha poi affermato che tutte le consegne avvengono senza contatti diretti, per evitare la diffusione del virus.

Nel frattempo il servizio Uber Connect è disponibile in oltre 25 città in Australia, Messico e Stati Uniti.

La pandemia di COVID-19 ha colpito duramente il business di Uber. In alcune città, si è assistito a una riduzione della domanda fino al 70%, in quanto le persone obbediscono – giustamente – alle linee guida dello stare a casa e smettono di viaggiare. Uber ha cercato di aiutare i suoi autisti a trovare lavoro in altre aree della sua attività o in altre società, e sta anche lanciando nuovi servizi come questi per cercare di trovare modi per far funzionare la sua flotta di autisti.

Non è la prima volta che Uber si reinventa

Non è la prima volta che Uber sperimenta l’offerta di un servizio di consegne. Nel 2015, il Financial Times ha riportato il lancio di UberRush per consegnare articoli come l’abbigliamento di Nordstrom. Tuttavia, il servizio non è mai decollato e Uber lo ha chiuso a metà 2018 per concentrare maggiormente la sua attenzione su Uber Eats.

“Durante questa crisi, abbiamo cercato nuovi modi in cui la nostra piattaforma possa aiutare a spostare beni essenziali per aziende e consumatori, fornendo al contempo nuove opportunità di guadagno per i conducenti.”, ha dichiarato Dara Khosrowshahi, CEO di Uber. “Il nostro obiettivo principale è l’immediato: adattare rapidamente la nostra tecnologia per soddisfare le esigenze in evoluzione di comunità e aziende.”

Questi sono solo gli ultimi nuovi servizi offerti da Uber mentre tenta di rispondere alla pandemia. All’inizio di aprile, la sua attività di Uber Eats ha lanciato nuove partnership per consegnare generi alimentari e altri articoli dai negozi locali in Francia, Spagna e Brasile.


Sara Grigolin

author-publish-post-icon
Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link