fbpx

Uber: nuova app che unifica e raccoglie tutti i servizi


È appena terminato un evento tenuto da Uber nella loro città natale, San Francisco, dove l’azienda ha presentato numerose novità. Tra tutte spicca la nuova generazione della sua app che raccoglierà tutti i servizi Uber in un unico spazio.

Uber App: un sistema operativo per la vita di ogni giorno

L’obiettivo di Uber? Far si che tutto ciò che vi possa servire quando siete in giro per la vostra città sia racchiuso dentro una sola app.

L’azienda ha iniziato anni fa offrendo un servizio taxi privato su richiesta, ma ha allargato presto il suo business grazie ai servizi di food delivery, alle bici elettriche e agli scooter.

Oggi debutta la loro nuova visione per la nuova generazione di app Uber: un nuovo modo per scoprire, accedere e testare il crescente numero di servizi disponibili grazie alla loro piattaforma. Il cliente è quindi posto sempre più al centro, con l’intento di farlo sentire un Vip.

Nuove Opzioni

Nuove tecnologie alzano il livello in tema sicurezza e fissano uno standard nell’industria del rideshare:

  • Verifica la tua corsa: per essere sicuro che tu sia nell’auto corretta, potrai adesso scegliere di ricevere un codice PIN univoco da comunicare al driver. Quest’ultimo potrà iniziare la corsa solo digitando il pin corretto nella sua app. In sviluppo anche una tecnologia che grazie agli ultrasuoni, avverte l’utente se si trova nell’auto corretta una volta sl suo interno.
  • Report sulla corsa: non dovrete più aspettare di aver terminato la corsa ed essere usciti dall’auto per comunicare un problema ad Uber. Con una comoda opzione in-app (icona con scudo blu) potrete subito comunicare i problemi riscontrati al team apposito, per una rapida risuoluzione.
  • Messaggi d’emergenza: lo scorso anno Uber ha introdotto un bottone d’emergenza nell’app per connettere rider e guidatori direttamente alle forze dell’ordine. Adesso si aggiunfe un’opzione con cui mandare un sms (al 911 negli USA) nelle città in cui il servizio è disponibile.
  • Controllo ID in real time: un aiuto concreto per assicurarsi che l’autista non sia un truffatore. Oltre alla corrispondenza o meno con un selfie, l’app chiederà una serie di movimenti del volto per controllare che ci sia un match con le info nel database.
  • Allerta pista ciclabile: dalla fine di ottobre, i passeggeri riceveranno in più di 200 città una notifica nel caso in cui l’autista accosti lungo una pista ciclabile, in modo da essere più cauti nell’uscita dal veicolo.

Uber Eats

Nuove Feature Speciali

Nuove modalità che premieranno gli utenti e li faranno sentire speciali:

  • Abbonamento mensile che include una protezione sui prezzi del servizio di passaggi, azzeramento costi di consegna per Uber Eats e vantaggi sull’utilizzo delle bici e degli scooter (dove presenti)
  • Ricompense: Uber permetterà ai clienti di ottenere dei punti ogni volta che effettueranno un ordine su Eats o una tratta in auto.  I punti saranno poi convertibili in sconti, ad esempio, sulla consegna con Eats, cibo gratuito con alcuni partner come McDonalds, o sconti sulle corse.
  • Nuovi filtri di scelta su eats, per combattere i problemi relativi alle intolleranze al cibo o a scelte alimentari non convenzionali.
  • Partnership con Sweetgreen
  • Ristoranti virtuali,  a breve disponibili in esclusiva con Uber Eats.

Per i driver? Nuovi modi per migliorare ed ottimizzare i tragitti

Debutta un tool di stima dei guadagni, così i driver potranno predire in anticipo quanto incasseranno da ogni singola corsa e valutare se accettare. I driver potranno così chiedere informazioni più precise su luogo di partenza e di arrivo.

Qualche volta capita che i tragitti finiscano in zone poco popolate, dove è difficile che i driver trovino un altro passeggero da riportare in una zona più abitata. Per questo viene introdotto il servizio Back to Busy Area, un filtro speciale che aiuterà i driver a selezionare passeggeri diretti in luoghi di loro interesse.

Uber Eats

Attenzione all’ambiente

Negli Stati Uniti Uber  è presente anche grazie a bici e scooter elettrici, per migliorare la sostenibilità ambientale dei mezzi di trasporto. Favorisce anche l’utilizzo dei mezzi pubblici integrando in-app tutte le info riguardo le principali linee urbane di autobus-treni-tram.

Il nuovo update dell’app migliora la ricerca di bici e scooter elettrici, segnalandole sulla mappa anche assieme al loro stato di carica. Ma niente paura: dei nuovi JUMP Charging Kiosk (Jump è il nome delle bici-scooter), saranno disponibili per scambiare batterie esaurite con quelle appena caricate, ed assicurarvi viaggi anche lunghi.

Dal prossimo mese, oltre ai modelli Jump verranno segnalati in app anche modelli partner come LIME.

Consumabili in plastica: sappiamo come stiano avendo un grosso impatto sull’inquinamento globale. Per questo Uber dal prossimo mese ci chiederà espressamente in fase di ordine, la necessità di avere posate-piatti-cannucce ecc assieme al cibo ordinato.

Una nuvoa partnership con Feeding America aiuterà Uber a prendersi cura dei senzatetto affamati presenti sul suolo statunitense. Infatti, collaborando con i ristoranti del circuito, potranno donare il cibo in eccesso o che altrimenti andrebbe gettato ai più di 37milioni di americani indigenti.

Alla base di tutto Uber esprime infine la volontà di trasformare tutte le sue fonti di energia entro il 2025 in fonti rinnovabili al 100%, con costanti misure del loro impatto ambientale.

Insomma, le novità sono davvero tante, speriamo solo che prima o poi tutto ciò giunga anche in Italia!


Livio Marino

author-publish-post-icon
Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link