fbpx
MotoriNews

Formula E Roma 2019: trionfo Jaguar, BMW tiene duro

Si è conclusa la tappa romana del campionato di Formula E. Mitch Evans conquista la pole dopo un’avvincente lotta con il pilota della DS Techeetah André Lotterer. BMW, quinta nella classifica costruttori, riesce a portare Da Costa tra i primi dieci ma con qualche difficoltà.

Prima vittoria per Jaguar

Il neozelandese Mitch Evans è riuscito a sfruttare al meglio l’attack mode; una battaglia fino all’ultima curva con il secondo classificato André Lotterer. Problemi meccanici per quanto riguarda il team Venturi: l’italo-svizzero Edoardo Mortara e l’ex Formula 1 Felipe Massa entrambi ritirati.

L’esperienza di Lotterer: “Abbiamo lavorato duramente per questo risultato. I ragazzi del team sono davvero fantastici, difficile chiedere di meglio. La macchina è stata molto buona nell’arco del weekend, ho sofferto solamente un po’ l’usura delle gomme, lamentando la mancanza di grip. Il duello per la posizione di testa è stato duro l’attack mode ha giocato un ruolo non indifferente, ma queste sono le corse“.

Gli oltre 35’000 spettatori hanno sopportato la pioggia di questo weekend romano; tanti gli impermeabili e gli ombrelli ma anche un fuggi fuggi generale in seguito a diversi scrosci. Gara sospesa per quasi un’ora al 45° minuto; bandiera rossa in seguito ad un incidente. Molte le auto coinvolte ma gli addetti sono intervenuti per rimuovere le auto incidentate.

BMW ci ha provato

Innanzitutto è importante essere tornati a punti e rimanere vicini alla testa del campionato. Nonostante questo, sono frustrato perché la nostra macchina oggi era più veloce di quanto abbiamo potuto dimostrare. Sfortunatamente, ci hanno pensato le qualifiche a penalizzarci. Scalare posizioni e arrivare in testa è estremamente difficile in Formula E“, afferma Da Costa per il gruppo BMW.

Il pilota portoghese, dopo aver affrontato la qualifica su asfalto ancora scivoloso, si è posizionato 13° sulla griglia di partenza. I sorpassi, resi difficili dal circuito, hanno portato Da Costa in nona posizione alla fine della gara. Il compagno inglese Alexander Sims a stento finisce la gara arrivando 17°; problemi tecnici durante le qualifiche.

Da Costa mantiene comunque la seconda posizione nella classifica piloti mentre Sims, a pari punti con Stoffel Vandoorne, risulta 14°. Si può fare di meglio: nonostante uno dei due piloti sia secondo, nella classifica costruttori BMW i ANDRETTI MOTOR SPORT è quinta a venti punti dal podio.

Tags

Federico Marino

Amante dei motori, specie quelli grossi e rumorosi, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è scientifico e innovativo. Studente in ingegneria energetica, tento di sopravvivere al caos della Grande Milano con una piccola reflex, rock 'n 'roll sempre in cuffia e tanti buoni propositi!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker