fbpx
CulturaFeatured

Con iOS 15 in arrivo il testamento digitale

Con il nuovo aggiornamento del sistema operativo gli utenti Apple potranno contare sui Legacy Contacts

È in arrivo iOS 15, e assieme a lui sta arrivando la possibilità di fare testamento digitale.

In che senso? Andiamo con ordine. Il prossimo aggiornamento del sistema operativo per gli utenti Apple sarà disponibile a luglio in versione Beta, e nella sua veste definitiva il prossimo autunno.

Conterrà diverse novità, come vi abbiamo già accennato in un precedente articolo. Una di queste, in particolare, è destinata a segnare una svolta. Perché dimostra quanta parte ormai della nostra vita sia contenuta nei device che ci accompagnano a ogni ora del giorno.

Vediamo di cosa si tratta, prima di fare una rapida carrellata sulle altre novità che stanno per raggiungerci con il rilascio di iOS 15.

iOS 15 e il testamento digitale

Lunedì 7 giugno gli sviluppatori hanno presentato iOS 15 durante il WWDC, ossia l’Apple WorldWide Developers Conference, la conferenza Apple che si tiene ogni anno in California.

Tra le novità dell’ultimo aggiornamento, quella più stupefacente non ha colpito per motivi tecnici.

Stiamo parlando del programma Digital Legacy, una sorta di testamento digitale. In estrema sintesi, con Digital Legacy uno o più eredi, designati dal possessore del dispositivo, dopo la sua morte avranno la possibilità di accedere ai dati del defunto e recuperarli.

L’utente potrà tutelarsi scrivendo gli indirizzi di posta elettronica dei propri successori. È un conferimento di veri e propri poteri legali, un passaggio ideale del proprio account.

iOS 15

Quali dati saranno accessibili

iOS 15 permette dunque di stilare un testamento digitale. Ma i beneficiari non avranno accesso indiscriminato a tutto ciò che si trova sull’iPhone o su altro strumento Apple del defunto.

L’accesso all’ID della persona deceduta non avverrà in modo completo, bensì riguarderà solo ciò che si trova su iCloud. Gli eredi avranno un codice QR che permetterà loro l’ingresso. Ma solo dopo aver prodotto una prova giuridica del decesso, come il certificato di morte.

Via libera parziale, dunque. Perché su iCloud è possibile salvare solamente foto, video, contatti, app e backup. Per ottenere ciò che è stato salvato sul dispositivo fisico, invece, occorre un codice di sblocco. Dal 2014 Apple ha reso i suoi sistemi operativi completamente inviolabili, per confermare l’estrema attenzione posta dall’azienda di Cupertino alla privacy.

Tuttavia, oltre al Digital Legacy, iOS 15 permetterà di impostare alcuni contatti per il recupero del proprio account. Si potranno cioè nominare diversi Account Recovery Contacts (contatti di recupero account), ossia persone fidate che potranno aiutare a recuperare il proprio profilo nel caso in cui, ad esempio, si fosse dimenticata la password.

iOS e testamento digitale: il caso della famiglia di Milano

Apple risolve in questo modo una questione delicata e controversa.

Sino a oggi, per entrare in possesso dei dati digitali di un proprio caro scomparso bisognava rivolgersi ai giudici. È accaduto recentemente in Italia, e per la precisione a Milano, a una coppia di genitori che ha richiesto foto e video del figlio Carlo, morto in un incidente d’auto. Solo con un procedimento d’urgenza la coppia ha ottenuto, lo scorso febbraio, la memoria digitale del ragazzo.

Gli avvocati della famiglia hanno detto: “Siamo molto soddisfatti di questa novità che in qualche modo è anche conseguenza del provvedimento assunto dal tribunale di Milano. Grazie anche a ciò che è successo a Carlo, chi viene dopo di lui potrà esprimere la propria volontà sui suoi dati.”

iOS 15 testamento digitale

La nostra vita digitale

L’eredità digitale è un argomento sensibile a tutti i colossi dell’universo social.

Google, ad esempio, offre ai suoi utenti la possibilità di decidere dopo quanto tempo i propri profili possano essere considerati inattivi. E di scegliere se eliminarli o consentire ad alcuni contatti prescelti di ereditarli.

Facebook ha la funzione per eleggere un account erede, che permette di trasformare il nostro account in un profilo commemorativo dopo la nostra morte. Lo stesso per Instagram.

È evidente come la nostra vita si stia trasferendo sempre di più sulle piattaforme social, e come quindi sia necessario normare da un punto di vista giuridico non solo le nostre mosse online, ma anche la nostra eredità digitale. La tutela della privacy continua dunque anche dopo la scomparsa del proprietario di uno o più profili.

iOS 15 e la altre novità

iOS 15 porterà altre novità oltre al testamento digitale. Lo indica Apple in una nota sul proprio sito ufficiale.

Ci saranno grossi miglioramenti a FaceTime, verranno introdotte le funzioni Wallet (che permetterà di registrare chiavi digitali e vari documenti) e SharePlay, per condividere musica, film e addirittura il proprio schermo.

La funziona Focus permetterà di selezionare diversi profili (Non disturbare, Personale, Lavoro, Sonno) e Find My migliorerà la rintracciabilità dell’apparecchio.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button