fbpx
Cafè Gorille passami il link

Cafè Gorille: nel cuore dell’Isola | #PassamiIlLink
Situato nel quartiere Isola di Milano, il Cafè Gorille ha riaperto da poco le sue porte. La parola d'ordine? Normalità


#PassamiIlLink ci porta nel cuore di Milano, a due passi dalla celebre piazza Gae Aulenti e dal Bosco Verticale. Qui, in via Gaetano de Castillia, al 20, c’è il Cafè Gorille, locale nato ufficialmente nel 2015. “Ufficialmente” perché l’idea in realtà risale a qualche anno prima. A raccontarmi questo e altri dettagli è stato Emanuele Coronini, l’affabile proprietario del ristorante.

Cafè Gorille: un locale per tutti

Emanuele Coronini, proprietario del Cafè Gorille
Emanuele Coronini, proprietario del Cafè Gorille

Ve lo confesso. Ormai conosco Emanuele da qualche anno. Il suo Cafè Gorille non è solo un ottimo ristorante in un luogo strategico ma è soprattutto un posto in cui ti senti a casa, indipendentemente dal motivo che ti spinge ad entrarci. È perfetto per un pranzo veloce, per una colazione di lavoro, per una cena con gli amici, una riunione informale o un aperitivo con i colleghi. Per me è una certezza. E lo è anche Emanuele.

Sorriso stampato sul volto, la dialettica di chi è abituato a parlare con una marea di persone e la capacità di farti sentire il benvenuto in pochi secondi: il proprietario del Cafè Gorille è sicuramente uno dei motivi che ti spinge a tornare ed è chiaramente la musa ispiratrice dell’intero locale. Il Gorille è fatto quasi a sua immagine e somiglianza ma questo non ci stupisce. In fondo è frutto della sua passione e della sua determinazione:Qualche anno fa – mi spiega Emanuele – avevo organizzato una cena elettorale per Pisapia e, in quell’occasione, la PR mi aveva invitato ad una mostra, ospitata proprio dallo spazio che oggi è del Gorille.”

Fu amore a prima vista.

Nel 2010 iniziano le lunghe trattative per il locale e, cinque anni dopo, apre il Cafè Gorille. Emanuele lo definisce un locale di maturità“, frutto dell’esperienza maturata nel settore. È un posto affascinante, originale e intimo, capace di essere completamente trasversale. Emanuele non voleva fosse inquadrabile in un modello ma, al contrario, desiderava fosse aperto davvero a tutti, dai nonni che portano i bambini a fare merenda ai giovani che vogliono fermarsi per un aperitivo, fino ai dipendenti delle aziende circostanti che scelgono il Gorille per la pausa pranzo.

Ecco perché il locale di Emanuele ha sempre aperto la mattina presto e chiuso la serata tardi, perché orari così ampi permettono di andare incontro alle esigenze di tutti.

La parola d’ordine è normalità

Cafè Gorille localeÈ passato circa un mese dalla riapertura. Le cose ovviamente sono cambiate perché la gente tende ancora a non uscire, a stare a casa, a mantenere le distanze. E così niente colazioni e niente frotte di lavoratori a pranzo, ma Emanuele non demorde. Per lui tenere aperto il Cafè Gorille significa regalare un po’ di normalità a tutte quelle persone che, come lui, sono state rinchiuse in casa per settimane.

Certo, ci sono le ormai famose misure sanitarie da rispettare – dall’utilizzo delle mascherine all’igienizzazione dell’ambiente – ma il resto è rimasto invariato: lo staff, composto oggi da 10 persone, continua a essere gentilissimo, Emanuele è sempre sorridente, i piatti proposti sono curati e salutari e il locale ha quel fascino rude che riesce ad incantare chiunque fin dal primo sguardo.

Con i suoi mattoni a vista, i tavoli in legno e gli ampi archi, il Cafè Gorille riesce a creare un’atmosfera unica. Ed è questo uno dei motivi per cui Emanuele non ha ceduto al food delivery. L’esperienza Gorille per lui non è solo legata all’ottimo cibo o ai buonissimi cocktail che possono prepararvi ma anche al luogo, a quelle pareti che il proprietario ha voluto così tanto da attendere cinque anni per poter dare vita alla sua visione.

Come aiutare il Cafè Gorille?

Se siete fan affezionati di #PassamiIlLink ormai lo saprete. Per tutti gli altri facciamo un rapido riassunto. Se volete aiutare il Cafè Gorille potete, prima di tutto, passare il link. Insomma, spargete la voce! Fatelo conoscere ad amici, parenti e colleghi.

Se poi siete di Milano e dintorni, dovete andare a trovare Emanuele: “Ti do tre motivi – mi dice – 1) abbiamo una a dir poco ampia selezione di alcolici 2) è un ottimo modo per ritornare alla normalità 3) siamo in un luogo – vuoi per il locale, vuoi per la zona – che è uno dei pezzi più affascinanti di Milano”.

Per saperne di più vi invitiamo a visitare il sito ufficiale di Cafè Gorille. Se invece volete prenotare vi basta chiamarli allo 02 688 76 27.


Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link