fbpx
Console-War-PS5-xbox-series-x

0: PlayStation 5 vs. Xbox Series X
Chi vince la Console War di questa generazione appena cominciata?


PlayStation 5 vs Xbox Series X: è iniziata la nona console war

PlayStation 5 e Xbox Series X sono finalmente arrivate. Nelle ultime settimane, noi di TechPrincess abbiamo fatto un conto alla rovescia speciale, un tuffo nella Storia dei videogiochi mettendo a confronto le console del passato. Ora è il momento di fare lo stesso con le due nuove arrivate. PS5 o Series X: chi vincerà questa nuova Console War?

La nona generazione delle console: cosa è cambiato?

A differenza delle generazioni passate, non abbiamo naturalmente la possibilità di tirare le somme di fine corsa. Ma non abbiamo intenzione di lasciare ai posteri l’ardua sentenza. La nuova generazione ha già portato alcuni importanti cambiamenti dal punto di vista tecnico, che ci permettono di fare anche qualche previsione (non troppo azzardata).

Nel 2020 continua la tendenza a rendere le console dei “PC da salotto”, riducendo le distanze con il gaming su computer. Se non in termini di potenza, perlomeno di architettura. Se già la prima Xbox era stata costruita partendo dall’hardware PC (letteralmente smontandone alcuni), in questa generazione la transizione si completa. Come per PS4 e Xbox One, sia Sony che Microsoft si affidano alla collaborazione con AMD per costruire sia il processore principale che quello grafico. Questo dovrebbe rendere più immediato il porting dei videogame fra le varie piattaforme. Ma non solo: dovrebbe rendere più semplice il multiplayer su piattaforme diverse, con il vantaggio prestazionale dei PC trascurabile in termini di fluidità di gioco (anche se non di grafica).

PlayStation 5 recensione
PlayStation 5

Le innovazioni più importanti sono senza dubbio l’introduzione dell’SSD e del ray tracing. Il primo è un tipo di memoria che abbiamo già provato su PC. Il vantaggio principale è la riduzione dei tempi di caricamento, che dovrebbe rendere possibile creare mondi più ampi e complessi senza bisogno di “inscatolarli” come in passato. Negli RPG potremmo entrare in una grotta o in un castello senza attendere davanti a una schermata nera.

xbox series x preorder
Xbox Series X e Series S

Il ray tracing invece è un’innovazione prevalentemente grafica ma che può aiutare molto a immergersi nel mondo di gioco. Permette di avere una fisica della luce più precisa: gli sviluppatori possono mostrarci un tramonto mozzafiato, i riflessi sull’acqua oppure chissà quali altri dettagli.

La novità più importante però a poco a che fare con le specifiche tecniche delle console. Si chiama Cloud Gaming ed è destinato a rivoluzionare il mondo dei videogiochi. Permette di spostare il calcolo computazionale su internet: per giocare basta una connessione. Quindi si può giocare lo stesso gioco su ogni tipo di piattaforma, compreso il sempre più preponderante gaming mobile.

Il cloud gaming è destinato a cambiare i giochi. Ma non crediamo possa succedere nell’immediato: Sony e Microsoft possono continuare a vendere console per questa generazione. Anche se potrebbe essere l’ultima in cui le specifiche tecniche sono così importanti.

Sony PlayStation®5 - DualSense™ Wireless Controller
  • Scopri un'esperienza di gioco più profonda e coinvolgente con l'innovativo controller per PS5, dotato di feedback...
  • Il controller wireless DualSense include anche un microfono integrato e il tasto "Crea", che si inseriscono...
  • Goditi diversi livelli di forza e tensione mentre interagisci con la tua attrezzatura e l'ambiente nei giochi. Dalla...

Xbox Series X: la console più potente di sempre

Microsoft ha lanciato Xbox Series X il 10 novembre 2020, dopo anni di indiscrezioni in cui la console era nota con il nome in codice Project Scarlett. Una console potentissima, anzi la più potente del mercato. Leggendo le specifiche tecniche non si può non pensare a quelle di un PC per gaming:

  • CPU: Zen 2 a 8 core e 16 thread @3.8 GHz
  • GPU: Navi 2X con 52 RDNA 2.0 CUs @1.825 GHz
  • RAM: 16 GB GDDR6
  • Memoria: SSD da 1 TB PCIe 4.0
  • Qualità video: 4K @60 fps / 8K
  • Potenza: 250-300W
  • Lettore ottico: 4K UHD Blu-ray, BDXL, Blu-ray (BD), DVD

La potenza di processore e scheda video sono il fiore all’occhiello di questo sistema davvero ben pensato, capace di generare 12,155 TeraFLOPS di potenza. Per avere un’idea del salto generazionale, Xbox One X ne ha “solo” 6. La nuova console di Microsoft è due volte più potente del predecessore. E 640 volte più performante del primo modello di Xbox, uscito nel 2001.

xbox controller

Il controller resta molto simile alla versione che abbiamo visto su Xbox One. Ci sono però alcuni miglioramenti: il retro e i due trigger inferiori sono zigrinati, c’è una nuova croce a 8 vie. C’è un tasto dedicato alla cattura di immagini e video. Infine, al posto del vecchio microUSB troviamo una più moderna porta USB-C.

Microsoft non ha rivoluzionato il controller, così come non ha rivoluzionato l’interfaccia e i servizi. Su questi ha lavorato con continui aggiornamenti, alimentando quello che rimane il miglior servizio online per console. L’Xbox Game Pass si conferma il centro dei piani di Microsoft, che sta portando sulla console un po’ della filosofia che ha sdoganato nei PC: non un prodotto ma un servizio. Pagando 9,99 euro (o 12,99 euro per l’Ultimate) al mese potete giocare a 100 titoli diversi.

Inoltre ha introdotto il sistema Smart Delivery: se avete già un gioco per Xbox One, la nuova Series X scarica la versione aggiornata graficamente, senza nessun costo aggiuntivo. A questo aggiungiamo anche Project xCloud, che permette di giocare anche ai titoli per Xbox e PC su smartphone e tablet Android.

Xbox Series S

Microsoft è tanto convinta dei suoi servizi da aver lanciato anche una console meno potente in contemporanea, Series S. Questa console ha meno RAM e una scheda video meno performante, pur vantando l’ottimo processore della “sorella maggiore”. Ha solamente 4 TeraFLOPS, che tecnicamente sono inferiori alla potenza grafica di One X. Inoltre non ha il lettore Blu-ray: può quindi giocare solo titoli digitali.

xbox series x prezzoUna console che però costa molto meno rispetto a Series X e PlayStation 5: solo 299 euro. Questo permette a moltissimi utenti (in moltissimi mercati) di comprare la console risparmiando 200 euro. Che possono investire in quasi due anni di abbonamento a Game Pass. In questo modo Microsoft punta non tanto a vincere la Console War in sé: l’obiettivo è arrivare pronta alla sfida sul cloud, utilizzando un modello “Netflix” che sembra dilagare in qualsiasi settore dell’intrattenimento. 299 euro sono meno di quanto costano persino gli smartphone da gaming (anche se dovete aggiungere il prezzo dello schermo).

Questa scelta potrebbe intaccare le vendite di Xbox Series X. Ma potrebbe rivelarsi anche un’idea vincente.

Call of Duty®: Black Ops Cold War (Xbox Series X) [Inglese,...
  • The iconic Black Ops series is back with Call of Duty : Black Ops Cold War - the direct sequel to the original and...
  • Black Ops Cold War will drop fans into the depths of the Cold War's volatile geopolitical battle of the early 1980s....
  • As elite operatives, you will follow the trail of a shadowy figure named Perseus who is on a mission to destabilize the...

I migliori giochi di Xbox Series X (al lancio)

In questa prima parte della generazione i giochi in esclusiva Xbox ci sono, anche se qualcuno arriva in ritardo: molti fan sono rimasti delusi nello scoprire che Halo Infinite non esce con la nuova Xbox Series X. Però arriva nel 2021: Master Chief si fa aspettare ma non può saltare questa nuova generazione. La recente acquisizione di Bethesda invece ha fatto pensare a molti fan che The Elder Scrolls e Fallout possano arrivare in esclusiva ma sembra che almeno per il momento Microsoft abbia intenzione di rilasciare versioni anche per PS5.

Ancora una volta quindi Xbox sembra non voler inseguire Sony e Nintendo alla gara delle esclusive. Microsoft vuole invece lavorare nel servizio per i giocatori, investendo sul Game Pass e puntando sul cloud gaming. Tanto che ha reso disponibile in retrocompatibilità praticamente tutti i giochi di Xbox One e anche di Xbox 360, offrendo gratuitamente le versioni aggiornate grafiche qualora disponibili.

Quello di Microsoft è un investimento per il futuro. Ma non significa non ci siano ottimi videogame da giocare subito.

assassin's creed valhalla xbox series xAssassin’s Creed Valhalla.

Ubisoft è riuscita a rilanciare la storica serie che vede gli Assassini fronteggiare i Templari nel corso dei secoli della Storia, rivisitata ad hoc ma davvero ben ricercata. Origins e Odyssey hanno fatto tornare l’amore con un open world enorme e vario. Valhalla punta a fare lo stesso aggiungendo i vichinghi, uno dei soggetti storici più affascinanti. Uno dei titoli più attesi dell’anno (qui la nostra recensione su PS4).

halo xbox series xHalo: The Master Chief Collection.

Purtroppo Halo Infinite arriva solo nel 2021. Manca l’esclusiva assoluta ma Microsoft mantiene alto l’hype facondoci rigiocare l’intera saga in risoluzione 4K. Le campagne e il multiplayer del primo Halo hanno sancito il successo di Xbox e di Xbox Live, con il remaster vuole continuare a mostrare la qualità dei servizi: tutti quelli che hanno una copia del gioco ricevono l’aggiornamento gratuito con Smart Delivery e la versione ottimizzata arriva su Game Pass. Il miglior gioco per Xbox mostra i migliori servizi per il gaming.

Watch-Dogs_-Legion_xbox series xWatch Dogs Legion.

Altro gioco Ubisoft pronto al balzo generazionale, con la versione in 4K da subito disponibile per le console di nuova generazione (anche su PS5). La grafica di qualità alza il livello di un titolo dalle meccaniche davvero innovative, con ogni personaggio della “Legion” che può usare abilità diverse, rendendo il gameplay davvero variegato. Potete godervi la trama di questa distopia tecnologia in ultra definizione, con le strade di Londra ricche di dettagli (qui la nostra recensione).

sea of thieves xbox series xSea of Thieves.

Il gioco di Rare, esclusiva Xbox e PC, ha ormai due anni. La nuova veste grafica sfrutta però l’hardware superlativo di Xbox Series X per portarci davvero in mezzo al mare, in un simulatore piratesco che diventa ancor più immersivo. Il gioco da il meglio di sé quando giocato in gruppo, puntando nuovamente sugli ottimi servizi Microsoft per permettere di giocare insieme anche su diverse piattaforme. Purché la vostra “nave-console” riesca a prendere il largo, siete pronti all’arrembaggio.

yakuza like a dragon xbox series xYakuza: Like a Dragon.

Anche Yakuza: Like a Dragon arriva in versione potenziata graficamente per le console di nuova generazione, in esclusiva temporale per Xbox Series X. Questo gioco di ruolo di gruppo ha un gameplay molto dinamico e personaggi davvero eccentrici e particolari, che raccontano una storia sopra le righe ed estremamente densa. Il gioco prodotto da SEGA forse non sarà incoronato il migliore di questa generazione fra qualche anno. Ma sembra davvero divertente.

PlayStation 5: lo stato dell’arte dei videogame

La risposta di Sony si fa attendere poco più di una settimana nel mercato italiano: il 19 novembre 2020 arriva PlayStation 5. Una console tanto attesa (anche grazie al successo enorme di PS4 nella scorsa generazione) da essere sold out nelle prevendite, suscitando una “caccia alla console” come succede raramente. Al momento non abbiamo dati sulle vendite delle due console ma sembra che quella di Sony stia vincendo la battaglia di “hype”: PlayStation 5 è più ricercata su Google e negli store online.

Le specifiche tecniche sono molto simili a quelle di Xbox Series X, anche se PlayStation 5 nel confronto ha un po’ di potenza in meno e un po’ di velocità in più nell’SSD. Questo dovrebbe significare prestazioni grafica leggermente inferiori (arriva a 10,3 TeraFLOPS) ma tempi di caricamento leggermente migliori. Usiamo due volte l’avverbio “leggermente” perché queste differenza per i primi tempi sono apprezzabili solo in un confronto diretto, schermo a schermo. Dovremo aspettare di vedere dei titoli esclusivi che sfruttano al massimo l’hardware per notare la differenza a livello macroscopico.

  • CPU: Zen 2 a 8 core e 16 thread @3.5 GHz
  • GPU: AMD Radeon con RDNA 2.0 CUs @2,23 GHz variabile
  • RAM: 16 GB GDDR6
  • Memoria: SSD da 825 GB con velocità in lettura 5.5 GB/s
  • Qualità video: 4K @60 fps / 8K
  • Lettore ottico: 4K UHD Blu-ray, BDXL, Blu-ray (BD), DVD

Sony ha lanciato anche una versione All-Digital, in tutto uguale tecnicamente se non per la mancanza del lettore ottico: tutti i giochi vanno scaricati in versione digitale.

PlayStation 5 controller

Il controller cambia nome: passiamo da DualShock 4 a DualSense. E cambia anche l’estetica, molto di più di quanto sia mai successo fra generazioni di PlayStation. Le dimensioni sono più abbondanti, il peso aumenta. Ma soprattutto cambia la forma, più ergonomica e con un ottimo “feel” quando è fra le mani. I tasti rimangono pressoché invariati: torna Option, ci sono i quattro iconici pulsanti, i grilletti posteriori e le frecce a sinistra. Il tasto Share viene sostituito da Create, che permette di condividere screenshot e realizzare filmati del vostro gameplay, intergrandoli nei social. Infine c’è il tasto Mute per togliere l’audio al gioco.

I trigger sono adattivi, variano quindi la resistenza durante il gioco. Un dettaglio in più da sfruttare per aumentare l’immersione nel gioco.

Cambiando il giusto e mantenendo quello che funziona si conferma lo stato dell’arte delle console. Sebbene stia sempre più crescendo la platea di giocatori esperti per PC, così come diametralmente sale il numero di giocatori “casual” che usano solo lo smartphone per i giochi, PlayStation 5 resta il punto di riferimento per il gaming. Perfetta ogni tipo di giocare, chiunque può prendere in mano un DualSense è iniziare a giocare, anche se magari non accende una console da anni.

La grafica migliora e l’integrazione con i servizi online e i social anche. Ma la ricetta vincente di Sony non si cambia: non si può parlare di videogiochi senza parlare di PlayStation.

Offerta
Spider-Man Miles Morales
  • Vivi l'ascesa di Miles Morales, un nuovo eroe che deve imparare a padroneggiare nuovi incredibili ed esplosivi poteri...
  • Nell'ultima avventura della serie Marvel's Spider-Man, l'adolescente Miles Morales cerca di ambientarsi in un nuovo...
  • Ma quando una feroce lotta per il potere minaccia di distruggere la sua nuova casa, l'aspirante eroe capisce che da...

I migliori giochi di PlayStation 5 (al lancio)

Sony ha adottato una tattica diversa rispetto a Microsoft, dotandosi al lancio di una serie di giochi davvero interessanti in esclusiva per il lancio. Se alcuni dei titoli più impressionanti sono multipiattaforma (come i due attesissimi giochi di Ubisoft, AC: Valhalla e Watch Dog Legion), il nuovo Spider-Man e il remake di Demon’s Soul arrivano solo per PS5.

Anche PlayStation 5 offre retrocompatibilità completa sul catalogo di giochi per PS4, con alcuni di questi che ricevono il Game Boost, per essere migliorati graficamente e giocati sulla nuova console. Sony inoltre ha dotato PS5 di una libreria di 20 giochi potenziati offerti agli abbonati PlayStation Plus.

Al momento Sony non offre un servizio paragonabile a quello di Game Pass su Xbox, con PlayStation Now che al momento non è disponibile per PS5. Arriva presto però, e Sony punta a potenziarlo nei prossimi anni, stando ad alcune recenti dichiarazioni del CEO Jim Ryan. Per il momento la “guerra dei servizi online” la vince Microsoft ma Sony punta a recuperare terreno al più presto.

spider man miles morales PlayStation 5Marvel’s Spider-Man Miles Morales.

Sony non poteva scegliere esclusiva migliore per il lancio di PlayStation 5. Dopo il successo del primo titolo, uscito solo 2 anni fa, l’hyper è assicurato per il lancio. E poi vedere New York con il ray-tracing della luce e i dettagli in 4K vale il prezzo del gioco. Anche se forse le meccaniche ricordano un po’ troppo quello del predecessore per avere lo stesso impatto culturale. Un titolo che i fan dell’Uomo-Ragno non possono però perdere.

Demon's Souls PlayStation 5Demon’s Soul.

Remake del gioco uscito nel 2009, questo titolo ha lanciato la moda dei “giochi dove muori male mille volte“, sviluppato soprattutto dai successivi Dark Soul. Particolarmente difficile da affrontare, è una sfida davvero avvincente per chi ama il fantasy gotico, che prende una nuova vita con il ray-tracing e la grafica in 4K. Esclusiva per PlayStation 5, questo titolo cult ha moltissimi fan che non vedono l’ora di provare a morire in altissima definizione.

astro's playroom playstation 5Astro’s Playroom.

Incluso al lancio in ogni PlayStation 5, questo gioco è molto più di una demo. Sequel del titolo per PlayStation VR Astro Bot: Rescue Mission, offre quattro mondi in 4K da esplorare. Ma soprattutto mette in evidenza il meglio del nuovo DualSense, facendoci godere il nuovo motore della vibrazione e la resistenza adattiva dei trigger. Un gioco semplice eppure davvero immersivo, dona qualche ora (forse poche) di divertimento per PS5. E poi è gratis.

COD-Black-Ops-Cold-War PlayStation 5Call of Duty Black Ops Cold War.

Call of Duty torna al classico: uno sparattutto in prima persona ambientato in un conflitto storico, con una trama che prende spunto dalla realtà per estremizzarla. In questo caso siamo negli anni ’80, con la Guerra Fredda che sta scaldandosi sotto l’amministrazione Reagan. Activision punta molto sulla campagna principale, con una storia complessa ma entusiasmante. Ma non dimentica che il divertimento vero è nel multiplayer online.

Playstation 5 godfallGodfall.

Altra esclusiva PS5 e PC, questo gioco di ruolo d’azione è ambientato in un mondo fantasy, diviso nei regni di Aria, Acqua e Terra. Scegliete un delle 5 classi d’armi e poi sviluppate il vostro personaggio completando sempre più missioni. Il sistema di combattimento è variegato e divertente, anche se forse serve qualche nuovo aggiornamento per vedere questo titolo risplendere.

E il vincitore è…

Alla partenza della generazione, Sony PlayStation 5 sembra partire in leggero in vantaggio in questa Console Wars. Pur non essendoci ancora i numeri delle vendite, le analisi web sembrano indicare una migliore accoglienza nei confronti della console di Sony.

Tuttavia Xbox sembra aver deciso per un approccio più lungimirante, che punta a diventare il servizio di gaming dominante invece che la console più venduta. Xbox Game Pass è il servizio da battere e la rivoluzione del cloud gaming nei prossimi anni potrebbe portare Xbox in una posizione migliore rispetto a PlayStation.

Infine, non abbiamo ancora notizie della risposta di Nintendo, che è rimasta al centro delle Console Wars dai tempi del NES. Nintendo Switch ha solo tre anni e mezzo, e con ogni probabilità rimane un’ottima alternativa ai Sony e Microsoft, pur senza 4K e ray-tracing. Ma Nintendo ci ha abituato a rivoluzionare il mercato dei videogame in questi anni, ci aspettiamo che provi a farlo ancora.

Queste considerazioni finali sono soprattutto speculazioni, seppur non crediamo siano troppo azzardate. Un vincitore assoluto potremmo dichiararlo solo alla fine di questa generazione, come abbiamo fatto per tutte le altre. Se volete fare un tuffo nella storia dei videogiochi, elenchiamo qui sotto tutti i vincitori delle passate edizioni della Console Wars. La battaglia per quella di oggi è solo all’inizio.

Console War Vincitore

-7: Atari vs Intellivision (1977-1983)

Atari

-6: NES vs Sega Master System (1983-1987)

NES

-5: Super Nintendo vs Sega Mega Drive (1987-1993)

Super Nintendo

-4: PlayStation vs Nintendo 64

PlayStation

-3: PlayStation 2 vs. Xbox vs. GameCube

PlayStation 2

-2: Xbox 360 vs PlayStation 3 vs Nintendo Wii

Nintendo Wii

-1: Nintendo Switch vs PlayStation 4 vs Xbox One

PlayStation 4

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.