fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Le 15 candidate al premio World Car of the Year 2022

World Car of the Year 2022, le 15 candidate come migliore auto al mondo

Ci vorrà ancora un po’ di tempo per incoronare la vincitrice, poichè la proclamazione avverrà solo il prossimo 13 aprile. Oggi però già conosciamo le 15 candidate al premio World Car of The Year 2022, che incorona la migliore auto uscita sul mercato mondiale nell’anno appena passato. Ma non c’è solo il premio per la migliore auto: diverse sono le candidate per altri premi specifici, tra auto di lusso, sportive ed elettriche. Curiosi di scoprire tutto? Vediamo allora tutte le candidate e le categorie.

Che cos’è il premio World Car of The Year, e quali sono le diverse categorie?

Per chi non lo conoscesse, il premio World Car of The Year è uno dei più prestigiosi concorsi automobilistici presenti al mondo. Come suggerisce il nome, infatti, questo assegna il titolo di Migliore Auto Mondiale dell’Anno, è organizzato dalla World Car Awards (WCA) ed è uno dei premi internazionali più giovani: la data di nascita segna infatti il 2003. Vista la sua caratura mondiale e la sua giovane età, il WCOTY non intende rubare lo spazio e il prestigio dei premi regionali e internazionali come il Premio Auto dell’Anno europeo o i suoi simili in giro per il mondo.

L’obiettivo è infatti quello di dare un giusto riconoscimento all’eccellenza automobilistica senza distinzioni di Paese, regione o gusti specifici. Per questo nella classifica della World Car of the Year ci sono anche automobili che in Europa non abbiamo ancora visto. E ovviamente, allo stesso tempo sono presenti automobili europee che in Asia o in America sono totalmente inedite.

A formare la giuria sono circa 100 giornalisti provienienti da tutto il mondo, ma la grande particolarità dei World Car Awards è che, al contrario di diversi premi internazionali, non c’è una sola classifica. Infatti al fianco del premio WCOTY ci sono anche quelli per la miglior auto di lusso (World Luxury Car of the Year), per la migliore auto cittadina (World Urban Car of the Year), la migliore auto sportiva (World Sports Car of the Year), il miglior design (World Car Design of the Year). Quest’anno, poi, c’è stata una novità, l’ingresso di una nuova categoria, la World Electric Car of the Year, per premiare la migliore elettrica dell’anno.

Oggi sono state ufficializzate le candidate ai diversi premi, che però potrebbero cambiare prima della proclamazione. C’è infatti tempo fino al 1 dicembre 2021 per la giuria per inserire altre auto meritevoli, soprattutto nelle categorie minori. Le 15 auto presenti nella WCOTY invece dovrebbero rimanere invariate. E quando verrà assegnato il premio? La cerimonia di proclamazione di tutte le vincitrici avverrà il 13 aprile prossimo, durante il Motor Show di New York. Vediamo allora quali sono le candidate in tutte le categorie, partendo ovviamente dalla principale World Car of The Year.

World Car of the Year 2022, le 15 candidate: da BMW i4 a Toyota GR86

Come detto quindi sono ben 15 le attuali candidate al premio Auto dell’Anno Mondiale per il 2022. Non andremo troppo nel dettaglio su tutte queste automobili, poichè su quasi tutte abbiamo già realizzato degli articoli dedicati che potrete trovare in questo articolo facilmente. Come consultarli? Vi basterà cliccare sul nome dell’automobile per conoscerla nei minimi dettagli, sia qui che nelle altre classi.

  • BMW i4: dopo l’originale i3 e il SUV iX3, la i4 è la prima automobile elettrica “tradizionale” della Casa di Monaco. Basata sulla piattaforma CLAR, la stessa delle BMW termiche, è la sorella a batterie della BMW Serie 4 Gran Coupé. Con questa condivide gran parte dell’estetica (compreso l’enorme doppio rene frontale) e degli interni, ma non la meccanica. Nuova i4 infatti può contare su un doppio motore da quasi 530 CV e fino a 590 km di autonomia in ciclo WLTP.
  • Citroën C5 X: la C5 X segna il ritorno della Casa del Double Chevron alla produzione di automobili votate al confort e alla comodità più totale. Forte di un’estetica molto personale e di un’impostazione che punta ad offrire relax e tranquillità alla guida, C5 X anche grazie all’utilizzo di ammortizzatori con fine corsa pneumatico si ispira alle grandi Citroën del passato come DS, CX o ZX.
  • Genesis G70: poco noto alle nostre latitudini, Genesis è il marchio “premium” di Hyundai, e sta mietendo successi su successi in America e in Asia. Specializzata in berline premium e in SUV lussuosi, entra nella classifica della World Car of The Year con la G70, una berlina compatta rivale di BMW Serie 3 e Audi A4. Basata sul telaio della Kia Stinger a trazione posteriore, offre tanta tecnologia, ottima qualità costruttiva e una bella guida sportiva e divertente, grazie anche ai potenti motori fino a 370CV. In Europa sta per arrivare la versione Shooting Brake: riuscirà a bissare il successo ottenuto in Nord America?
  • Honda Civic: entra di diritto nelle contendenti al titolo di World Car of the Year la undicesima generazione di Honda Civic. La compatta giapponese ha smussato i suoi angoli, in tutti i sensi: l’estetica è ora più elegante e fluida, e anche dentro la qualità e l’eleganza sono molto migliorate rispetto alla già ottima decima serie. Grande cura è stata poi data al piacere di guida, nonostante in Europa sarà disponibile solo con motorizzazione ibrida e:HEV. Grande attesa poi per la Type R: sarà davvero la prima Civic sportiva a trazione integrale?
World-Car-of-the-Year-Hyundai-Ioniq-5
  • Hyundai Ioniq 5: la prima Hyundai di oggi è anche quella che in tanti danno come favorita per il premio di World Car of the Year 2022. Prima auto nata esclusivamente come elettrica della Casa coreana, Ioniq 5 si è candidata fin da subito come anti-Tesla Model 3. Dotata di un’estetica originale ed apprezzatissima, di tantissimo spazio interno e di un’autonomia che arriva fino a 480 km in ciclo WLTP, Ioniq 5 è personale, divertente e originale, e offre anche parecchie emozioni alla guida grazie alla piattaforma a trazione prevalentemente posteriore. Sarà lei a trionfare?
  • Hyundai Staria: questa è la prima delle automobili che non sono disponibili alle nostre latitudini, ma che non per questo sono da snobbare. Per chi non la conoscesse, Staria è un monovolume di grandi dimensioni (è lunga circa 5,25 metri), ma non ha nulla del classico Minivan. Le linee sono tese e futuristiche, gli interni possono ospitare da 7 fino a 11 persone e sono curati, lussuosi e ipertecnologici. I motori poi vanno da 177 a 252 CV e nelle versioni più lussuose sono disponibili vere e proprie poltrone da First Class.
  • Hyundai Tucson: il SUV coreano è la terza Hyundai di oggi (quarta contando la Genesis G70), ed è quella che meglio conosciamo, visto che la nostra Fjona l’ha provata anche sul nostro canale YouTube (qui potete trovare il video dedicato). La nuova Tucson si è staccata dal suo passato pragmatico e rassicurante: sia fuori che dentro, il SUV coreano è originale, unico, quasi tormentato con le sue linee geometriche quasi robotiche. Se da fuori sembra minacciosa e aggressiva, alla guida è comoda e tranquilla, con potenze che arrivano a 265 CV per la Plug-In Hybrid.
  • Jeep Grand Cherokee / Grand Cherokee L: c’è spazio anche per il mitico SUV americano, che quest’anno arriverà anche in Europa in una veste tutta nuova. Basato sulla Piattaforma Giorgio sviluppata da Alfa Romeo, la stessa di Giulia e Stelvio, Grand Cherokee (e la versione più grande Grand Cherokee L) promette un comportamento stradale molto migliorato, ma senza dimenticare le capacità fuoristradistiche. Interni più curati e motori potenti poi completano il quadro che conosceremo al meglio solo a fine anno.
  • Kia EV6: un’altra coreana che compete verso il premio Auto dell’Anno mondiale 2022. In questo caso si tratta di KIA EV6, la prima automobile totalmente elettrica del brand coreano. Sorella della Hyundai Ioniq 5, con cui condivide la piattaforma modulare E-GMP, si differenzia dallo stile retrò-anni ’80 della Ioniq con un’estetica sportiva e originale, con una coda tronca molto particolare. All’interno regna lo spazio e l’eleganza, mentre i motori arrivano fino a ben 575 CV. Sarà lei a spuntarla contro la più quotata sorella Hyundai?
KIA SporKIA Sportage 2021 frontaletage 2021 frontale
  • Kia Sportage: l’ultima auto del Gruppo Hyundai-Kia è anche una delle più attese dagli automobilisti europei: Kia Sportage. Grazie al seguito di clienti affezionati e soddisfatti che si è creata in oltre 20 anni di carriera, Sportage è uno dei SUV compatti più apprezzati del mercato, e la nuova generazione vuole continuare i successi delle ultime serie. Motori ibridi fino a 265 CV, estetica muscolosa e originale ispirata ad EV6 ed interni puliti ma completi. Queste sono le armi di Sportage per l’assalto al titolo Auto dell’Anno 2022.
  • Lexus NX: ci allontaniamo di poco dalla Corea del Sud per approdare in Giappone, Paese da cui vengono tutte le altre pretendenti al titolo. Iniziamo con la Lexus NX, il SUV premium di medie dimensioni della Casa giapponese. Dopo diversi anni di carriera dove con il suo powertrain ibrido ha convinto migliaia di clienti, NX giunge alla seconda generazione. Le linee sono più moderne e affilate, con un posteriore molto personale, mentre all’interno arriva finalmente un nuovo infotainment touch da 14 pollici e un abitacolo più moderno e curato. Con nuove motorizzazioni ibride full (la 350h con 242 CV) e Plug-In (la 450h+, la prima PHEV di Lexus, con 306 CV) e qualità migliorata, NX punta a bissare l’enorme successo della prima serie.
  • Mitsubishi Outlander: torna un nome mitico tra i SUV mondiali, Mitsubishi Outlander. Il grande SUV Giapponese è stato il primo a portare al debutto in questo segmento la tecnologia ibrida plug-in, e dopo tanti anni di carriera è stato completamente ridisegnato per il 2022. Sotto la scocca sono tantissime le componenti condivise con il nuovo Nissan X-Trail (Rogue in Nord America), mentre l’estetica è originale e molto orientale, in chiaro stile Mitsubishi. La versione Plug-In invece è ancora inedita e dovremmo vederla presto anche in Europa.
  • Subaru BRZ/Toyota GR86: ed ecco le prime e uniche sportive in lizza per il premio di World Car of the Year 2022, le gemelle Toyota GR86 e Subaru BRZ. Dopo la prima, apprezzata generazione del 2012, la premiata ditta Toyota-Subaru ha deciso di riprovarci. Un nuovo motore 2.4 con 230 CV e più coppia, un’estetica più matura e curata e la stessa, invariata esperienza di guida dura e pura giocata sulla trazione posteriore e sul cambio manuale. La BRZ non arriverà in Europa, mentre attendiamo con ansia il lancio della Toyota GR86 nel Vecchio Continente: sarà lei a vincere? Attenzione perchè nella lista ufficiale sono state inserite come due auto distinte, mentre invece anche in Europa sono considerate sorelle: avremo una sorpresa ad aprile con una sola vincitrice?
  • Subaru Outback: un’altra Subaru nella lista, per una presenza che potrebbe sorprendere i più che in Italia vedono il marchio delle Pleiadi come un comprimario. In realtà, infatti, in Asia e in America Subaru è forte di un grande successo, grazie alle sue auto robuste, la trazione integrale simmetrica di serie e il pragmatismo delle sue auto. E tra tutte le sue auto, la Outback è la più venduta. La Wagon rialzata giapponese è infatti apprezzatissima per lo spazio, l’affidabilità e la presenza della trazione integrale. Grazie al restyling che ha subito nel 2021, poi, è in lizza per il premio. Riuscirà a stupire tutti?
  • Toyota Corolla Cross: l’ultima auto in lizza è un’altra auto che, per il momento, non è arrivata in Europa, Toyota Corolla Cross. Il suo arrivo nel Vecchio Continente è atteso per il 2022, e il suo ruolo è chiaro: coprire il “buco” creatosi tra le apprezzatissime Toyota CH-R e Rav-4. Insieme alla sorellina Yaris Cross, rispetto alle altre due SUV della Casa giapponese ha un’estetica meno ardita e originale, ma più muscolosa e massiccia. La piattaforma è la nuova TNGA-C, la stessa della Corolla “normale”, mentre le motorizzazioni dovrebbero essere solo ibride da 122 e 180 CV.

I modelli in lizza per il premio “Miglior Auto di Lusso” e “Migilor Auto Urbana”: tanta Europa in questa classifica

Dopo aver visto tutte le automobili in lista per il titolo di World Car of the Year 2022, vediamo brevemente le altre categorie. Iniziamo dalla meno popolata, quella della Miglior Auto Urbana. C’è infatti una sola candidata, la Hyundai Staria di cui abbiamo parlato poco fa. Probabilmente, però, dovrebbero arrivare altre candidate. Nel mondo delle auto di lusso invece ci sono ben 7 contendenti al titolo, quasi tutte provienienti dall’Europa.

Le candidate World Sports Car e World Electric Car of the Year: sfida Germania-Corea del Sud (con qualche oustider)

Chiudiamo il nostro approfondimento sulle candidate ai vari premi World Car of The Year con due premi molto diversi tra loro. Da una parte, infatti, abbiamo candidate al premio di auto sportiva dell’anno. Dall’altra parte, invece, le elettriche più interessanti nate nel 2021. Vediamo allora quali sono le candidate, partendo dal World Sports Car of The Year, dove c’è una sfida Germania-Corea del Sud, con una, anzi, due outsider giapponesi.

Infine, chiudiamo con le contendenti al premio di World Electric Car of the Year. Anche qui, la sfida è forte tra le elettriche tedesche e quelle coreane, con l’eccezione svedese della inedita e molto interessante Volvo C40 Recharge, in arrivo sul mercato a fine anno.

Chi vincerà tutti i premi dei World Car Awards?

Abbiamo quindi conosciuto tutte le candidate ai premi messi in palio dai World Car Awards 2022. Per scoprire chi vincerà, dovremo aspettare il 13 aprile 2022, quando ci sarà la proclamazione della vincitrice di ogni categoria. Per scoprire invece le finaliste, l’attesa sarà più breve. La Top10 per il premio World Car of the Year e la Top5 per le altre categorie, compresa la World Car Design of the Year (di cui non conosciamo ancora nessuna candidata ad oggi), verranno annunciate l’8 febbraio 2022.

Curiosi di scoprire chi vincerà quest’anno? Non vi resta allora che seguirci nei prossimi mesi qui su techprincess, dove seguiremo gli sviluppi e nel prossimo aprile le vincitrici dei World Car Awards.

Per non perdervi l’andamento del mercato, qui potete trovare i nostri articoli sulle auto più vendute nella prima metà del 2021. Buona lettura!

Champagne Grande Cuvée Brut, Georges Lacombe - 750 ml
  • Consegnato freddo se acquistato su Prime Now
  • Viene prodotto con uve coltivate nella regione di Reims per quanto riguarda il Pinot nero, nella Vallata della Marne per...
  • Temperatura di servizio: 6-8 °C
Offerta
ExeQianming Party Blowers Fischietti Giocattoli per Bambini...
  • Materiale: sono realizzati in plastica, Blowouts Noisemakers 100 pezzi (colore casuale).
  • Un piccolo fischio con molto rumore. Le dimensioni convenienti consentono una presa facile e sicura.
  • Un piccolo fischio con molto rumore. Le dimensioni convenienti consentono una presa facile e sicura.
Art-Trophies at81111 Trofeo Sportivo, Oro, Taglia Unica
  • Base marmo nero
  • Corpo del Trofeo in plastica
  • Ideale partecipazione

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button